Nuovo focolaio, aumentano i contagiati: paura nella zona rossa

Pubblicato il: 10 Giugno 2020 alle 6:43

Sono 55 gli attuali casi di coronavirus riconducibili all’Irccs San Raffaele Pisana, con 14 nuovi contagi accertati oggi. La struttura, sede di un nuovo focolaio di Covid, lo scorso sabato è diventata zona rossa, per l’elevato numero di positivi registrati tra ospiti, operatori sanitari e famigliari, e tutti i pazienti sono stati trasferiti.

Casi positivi riconducibili al cluster della Pisana che hanno fatto aumentare i numeri dei contagi non solo nella Asl di pertinenza Roma3, ma anche nelle altre, a cui fanno parte i Comuni ai quali appartengono i contagiati

nella Asl Roma 1, su 2 nuovi casi positivi, uno è riferibile al cluster dell’Irccs San Raffaele; la Asl Roma 4 vede un nuovo caso positivo riconducibile al focolaio della Pisana; la Roma 5 registra 10 nuovi casi positivi, di cui 9 riferibili al San Raffaele e la Roma 6 ne ha uno, sempre contagio del cluster della Pisana. “Non bisogna abbassare la guardia” è il commento dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato alla luce dei dati sui nuovi contagi.

Il focolaio del San Raffaele partito da un fisioterapista
Al San Raffaele è in corso un’indagine epidemiologica. Secondo le prime informazioni, a portare il virus all’interno della struttura sarebbe stato un fisioterapista, trovato positivo al Covid a maggio scorso, che però al momento risulta essere tornato al lavoro solo dopo la completa guarigione, ossia dopo aver ricevuto l’esito negativo di due tamponi, come da prassi.

L’ipotesi è che non sia stato svolto correttamente il tracciamento delle persone con le quali è entrato in contatto nel periodo in cui era contagioso.

Nel Lazio oggi 23 nuovi contagi, 9 a Roma città
Il bollettino della Regione Lazio di oggi, martedì 9 giugno riporta 23 nuovi contagi, dei quali provenienti da Roma città, 21 tra la Capitale e provincia, mentre tre sono riconducibili alle Asl degli altri capoluoghi di Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *