Paolo Bonolis, la confessione intima: ecco cosa fa tutte le sere

Paolo Bonolis in questi giorni si trova nel mirino dell’attenzione mediatica per via delle tante notizie che riguardano la sua sfera personale e personale. Nel corso delle ultime ore stanno tenendo banco nel mondo delle news le dichiarazioni che Paolo Bonolis ha rilasciato la confessione intima sul suo rapporto con la fede.

Paolo Bonolis: la confessione intima

Come abbiamo avuto modo di raccontare nel corso della pubblicazione di articoli precedenti, Paolo Bonolis ha deciso di raccontarsi in toto in un libro che in pochi mesi sta spopolando nelle librerie.

Paolo Bonolis ha sempre spiegato come tale libro sia nato dalla necessità di raccontarsi nel profondo e magari dire una lunga serie di cose ai figli che in questi anni non è stato capace di confidare. Non è un cado, infatti, che l’opera per Paolo Bonolis arrivi durante un’età matura, quando la sua carriera è all’apice della luce derivante dal successo di tanti progetti che hanno segnato la sua carriera. Ma qual è la confessione intima che il conduttore ha fatto non molto tempo fa e che sta facendo discutere il web?

“Lo faccio tutte le sere”

Paolo Bonolis ha sempre cercato di mantenere una certa distanza tra la persona e la professione, anche se la sua vita è stata spesso nel mirino dell’attenzione mediatica. Non a caso, ecco che oggi a tenere banco nel mondo del gossip troviamo la confessione intima che il conduttore di Avanti un altro ha fatto in occasione di una lunga intervista che ha rilasciato a TV2000 al programma Io credo, condotto da Don Marco Pozza.

Paolo Bonolis, dunque, ha fatto una confessione intima sulla sua fede dichiarando: “Io non credo in Dio. Non ho un oggettivo ‘credo’, mi fermo al ‘so’. La sera, però, prego sempre. Ho fatto le scuole dai preti, che mi hanno insegnato il Padre nostro, l’Ave Maria, il Gloria al Padre e tutte quante queste cose qua”.

Paolo Bonolis: il rapporto con la fede

L’intervista che Paolo Bonolis ha rilasciato al programma di TV2000 a Don Marco Pozza ha permesso al conduttore di parlare liberamente di quello che è il suo credo e il rapporto con la fede.

Nonostante l’ammissione dell’assenza di ‘credo’ la preghiera resta quasi una grande amica, tanto che Paolo Bonolis continua la sua intervista dicendo: “Le preghiere mi danno l’idea di poter aprire una porta, di rivolgermi con gratitudine a qualcuno e salutare tutte quelle persone che sono passate attraverso la mia vita e adesso non ci sono più. Io il bene non lo dedico a Dio perché sto Dio non lo conosco. Però lo faccio. Lo fai perché ti fa stare meglio, perché è più comodo”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.