Non c’è che dire sul fatto che purtroppo quella attuale è stata una stagione televisiva ricca di colpi di scena e molto complicata, soprattutto negli ultimi mesi. La pandemia da Coronavirus ha stravolto le nostre vite, sotto ogni punto di vista ed anche la televisione sembra aver accusato i suoi colpi. Alcune trasmissioni televisive hanno visto chiudere i battenti, altre sono andate comunque in onda, seppur con le repliche e soltanto in questi giorni sono tornate le puntate inedite. Tra queste trasmissioni ci sarebbe Avanti un altro, ovvero il programma condotto da Paolo Bonolis. Quest’ultimo pare che in un primo momento non fosse così tanto felice della decisione della redazione di voler mandare in onda le repliche e di questo ne aveva parlato anche nel corso di una diretta su Instagram.

Le repliche di Avanti un altro e Ciao Darwin, l’ironia del conduttore

Ad ogni modo, le repliche sia di Avanti un altro che di Ciao Darwin, sembra siano andate piuttosto bene ed hanno ottenuto un grande successo. Le repliche in questi mesi hanno tenuto tanto compagnia ai telespettatori italiani in un momento così tanto complicato e difficile come quello che abbiamo vissuto. Di questo e tanto altro ne ha parlato proprio Paolo Bonolis nel corso di una recente intervista che lo stesso conduttore ha rilasciato a La stampa. “Dato che mandano le stagioni a ritroso, si assiste a questo fenomeno buffo che ringiovanisco ogni giorno un pò, alla maniera del Banjamin Button del film. Di questo passo arriveranno le repliche di Bim Bum Bam- se ci fosse- del filmino della mia nascita”.

Progetti futuri di Paolo Bonolis

Parole che hanno tanto divertito i lettori ed i fan del conduttore, ma che da un lato nascondono un velo di polemica. I progetti futuri? Non sembra essere prevista una nuova edizione di Ciao Darwin, mentre Avanti un altro, tornerà la prossima stagione ad allietare i pomeriggi degli italiani. Ecco le parole del conduttore al riguardo: “Per Avanti un altro non dubbi: dovevamo registrare una nuova stagione in autunno. Ora non si sa. Ma quando lo faremo sarà nel pieno rispetto delle regole sanitarie del momento. Inevitabilmente qualcosa cambierà anche nel programma”.

Poi Bonolis fa un accenno anche ad uno dei programmi più amati dallo stesso conduttore, ovvero “Il senso della vita”, dichiarando: “Non vorrei diventasse un’ossessione. E’ piaciuto a me farlo e al pubblico vederlo. Ma c’erano ragioni economiche che come programma per la seconda serata, lo rendevano non profittevole. La rete ha fatto le sue scelte”. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here