Economia

Pensione ultime notizie 2021, Opzione Donna verso la proroga: quali requisiti occorrono?

Oggi vogliamo parlarvi di una misura pensionistica molto importante e interessante soprattutto e soltanto per le donne. Avrete sicuramente capito che stiamo parlando sicuramente di opzione donna, ovvero quella misura che darebbe la possibilità alle donne di poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro, una volta maturati due requisiti, uno dal punto di vista contributivo e l’altro anagrafico. Opzione Donna, nello specifico permetterebbe alle lavoratrici donne di poter andare in pensione anticipatamente rispetto alla pensione di vecchiaia, che attualmente è prevista a 67 anni di età. Questa misura però, prevede un ricalcolo contributivo dell’assegno previdenziale che comporta una decurtazione che potrebbe anche arrivare al 30% in alcuni casi. Insomma, se da una parte possiamo dire che si tratta di una misura molto interessante, dall’altra va detto che è una misura penalizzante. Cerchiamo di fare un pò di chiarezza.

Leggi Anche  Riforma Pensioni: con il sistema contributivo come si effettua il calcolo?

Opzione Donna, in cosa consiste la misura?

Come già abbiamo avuto modo di veder, Opzione donna è quella misura pensionistica anticipata in vigore ormai da qualche anno che darebbe la possibilità alle lavoratrici dipendenti con almeno 58 anni di età e quelle autonome con almeno 59 anni di età, di  uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. Ad ogni modo però sono necessari 35 anni almeno di contributi versati, calcolati senza prendere in considerazione la malattia e la disoccupazione indennizzata. Per poter usufruire ad oggi di questa misura pensionistica bisogna aver raggiunto i requisiti sopra citati entro il 31 dicembre 2020.

Leggi Anche  Pensione anticipata 2019, tutte le vie di uscita in attesa di Quota 100

Attualmente si va verso la proroga di questa misura pensionistica che dovrebbe essere inclusa nella nuova legge di bilancio così come è stato annunciato nelle scorse settimane dal ministro Catalfo ma non ci sarebbero novità e quindi sarebbero previsti i stessi requisiti con l’obbligo di raggiungerli entro il prossimo 31 dicembre 2020.

58 anni e 34 di contributi, possibilità di uscire dal mondo del lavoro?

Una lettrice ci chiede nello specifico quale possibilità ha di poter andare in pensione anticipatamente e usufruire di Opzione Donna, avendo compiuto 58 anni in febbraio e lavorando dal 1986 e dunque avendo soltanto 34 anni di servizio. La risposta è semplice, la lettrice in questione, a dicembre 2020 avrebbe soltanto 34 ani di contributi e proprio per questo non potrebbe di cerco accedere al pensionamento in questione nemmeno nel caso in cui dovesse esserci la proroga della misura per il prossimo anno. Quali possibilità ha, quindi, la lettrice? Non sembrano esserci possibilità di poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro e la prima finestra pensionistica le si aprirebbe al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi di contributi e quindi tra 8 anni.

Leggi Anche  Pensione anticipata, Quota 100 e di vecchiaia: ultime notizie e calcolo con il simulatore online

Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *