Press "Enter" to skip to content

Ponte o tunnel sullo Stretto di Messina: l’opera di realizzerà?

Sono mesi molto intensi e pieni di lavoro anche per il Premier Giuseppe Conte che al momento è lavoro per ‘Italia Veloce’, ovvero il piano di investimento per il rilancio della nostra nazione dove figura anche lo stretto di Messina? Qui verranno inserite circa 130 opere strategiche da cui ripartire alcune delle quali sono state rese note perché contenute nel Cdm.

Il ponte sullo stretto di Messina

Nel corso degli anni si è sempre parlato dell’opera edile per eccellenza capace di unire finalmente l’Italia a una delle sue isole più grandi, ovvero la Sicilia. L’opera in questione esiste da sempre, ma non è mai stata realizzata. Adesso a intervenire sulla questione è stata la squadra di Governo capitanata da Giuseppe Conte che ha parlato della grande opera come il giusto trampolino di lancio da cui l’Italia deve ripartire. +

Non a caso il Premier in occasione di una nuova conferenza in diretta social, secondo quanto riportato anche da Lasicilia.it ha dichiarato: “Il Ponte sullo Stretto? Senza pregiudizi valuterò tutto. Ma ci sono tante infrastrutture da valutare, a cominciare dai binari unici. Non voglio declamare delle opere immaginifiche”. Il Premier Conte, successivamente, continua rilasciando la seguente dichiarazione: “È inaccettabile in alcuni punti la rete viaria, il binario unico, c’è ancora tanto da fare… soprattutto in Sicilia. Quando ci sederemo attorno a un tavolo valuterò anche il Ponte sullo Stretto di Messina”.

“Il Sud avrà una attenzione privilegiata”

È ancora da stabilire quello che succederà nei prossimi mesi, anche se sembrerebbe che il Sud Italia rappresenti comunque il punto di ripartenza data anche la necessità di realizzare nuove opere edilizie che da troppo tempo vengono rimandate.

Non a caso, su questo punto nevralgico, Giuseppe Conte ha deciso di rompere il silenzio su quelli che saranno i piani futuri del Governo affermando: “Il Sud avrà una attenzione privilegiata. Con il ministro Provenzano stiamo lavorando ad una fiscalità di vantaggio per l’intero Meridione. Se riusciamo a coniugare una fiscalità di vantaggio con gli investimenti programmati possiamo rendere attrattivo davvero il nostro Sud”.

Quali sono le opere approvate?

La ripartenza dell’Italia, dunque, riprenderà da diversi punti anche se al momento non è stato fornito un calendario di inizio lavori.

A ogni modo è sufficiente leggere il Cdm per scoprire qual è l’elenco delle opere già approvate, ovvero:

la Salerno-Reggio Calabria, la Palermo-Catania-Messina, la Pescara-Roma, la Pescara-Bari, la Venezia-Trieste, la Gronda, la Ionica, l’ampliamento della Salaria, la Pontina, l’anello ferroviario di Roma, la ferrovia La Spezia-Parma, la Brescia-Verona”

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.