Raoul Bova e Rocio Munoz Morales il 2010 è l’anno decisivo per le nozze

Non perde il suo fascino, ma il tempo passa per tutti. Anche per un sex symbol come Raoul Bova. La barba si sta facendo bianca, il traguardo dei cinquantanni si avvicina. Per continuare a sentirsi giovane, però, il protagonista di Ultimo ha ancora un jolly: quello di regalare alla sua compagna Rocio Munoz Morales quel maschietto che l’attrice tanto desidera.

Dopo due figlie femmine, Luna e Alma, avute dalla sua fidanzata spagnola, e i due ragazzi più grandi, Alessandro Leon e Francesco, nati dal matrimonio con l’ex moglie Chiara Giordano, l’attore potrebbe allargare ancora la famiglia. Il 2020 sarà portatore di grandi novità in casa.

Si parla fortemente di nozze, oltre che di una nuova cicogna. Rocio ne sarebbe felice, anche se ha sempre preferito evitare di mettere in piazza il suo privato e sul futuro ci va coi piedi di piombo. «Non facciamo programmi», ha detto l’ex valletta del Festival di Sanremo, «per noi l’importante è stare insieme. Abbiamo fatto tanto per stare insieme! E spero che le mie figlie da grandi facciano lo stesso, che vivano senza pianificare». Dal set galeotto di Immaturi – Il viaggio, dove si conobbero nel 2011, a ; oggi ne e passata di acqua sotto ai ponti.

Raoul e la sua compagna lavorano spesso insieme. Stanno portando in tournée lo spettacolo teatrale Love letters, incentrato sul rapporto epistolare tra i personaggi di Andy e Melina, che si scrivono per tutta la vita, rincorrendosi, amandosi e a volte detestandosi, ma che hanno sempre bisogno l’uno dell’altro. Un sodalizio artistico, quello tra Bova e Rocio, che arriverà presto anche in televisione. I due innamorati, infatti, sono stati ingaggiati da Mediaset per la nuova fiction Giustizia per tutti, girata a Torino. Le riprese vanno avanti dallo scorso luglio. Raoul interpreta il protagonista Roberto, un fotografo stimato che viene ingiustamente condannato a trent’anni per l’omicidio di sua moglie e che lotterà per dimostrare la sua innocenza. La serie tv andrà in onda molto probabilmente su Canale 5 tra la primavera e l’autunno 2020.

Intanto la famiglia Bova, per restare vicina al set, si è trasferita per qualche tempo proprio nel capoluogo piemontese. «Abbiamo iscritto Luna, la più grande, a un asilo torinese e per ora sembra molto contenta», ha raccontato Rocio. «Questa città ha tutte le caratteristiche necessarie per vivere in serenità», ha detto Bova, «c’è cultura ovunque e di ogni genere, dai ristoranti ai cinema, senza però l’affollamento delle grandi metropoli. Torino potrebbe essere davvero un bel posto dove vivere. Magari un giorno…».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *