Reddito di emergenza, possibile richiederlo dai beneficiari del Reddito di ciittadinanza?

In queste settimane si è tanto parlato di reddito di emergenza ovvero di quel sussidio che è stato destinato ai cittadini che si trovano in stato di bisogno e che in qualche modo si affianca al reddito di cittadinanza. “C’è una parte di cittadini che in questo momento non ha alcun sostegno, dovrebbero essere circa 2 milioni. Stiamo valutando la platea e l’impatto. Quindi per tutte queste persone che non hanno altri sostegni al reddito sarà previsto il reddito di emergenza, che le aiuterà in questo periodo anche di crisi economica”.

Queste le parole dichiarate alcune settimane fa dalla Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. Al contrario di quest’ultimo, che è una misura strutturale, il REM è una misura straordinaria destinata ai nuclei familiari che si trovano ad affrontare delle difficoltà economica per questa emergenza sanitaria da coronavirus, che come tutti sappiamo, si è diffusa improvvisamente intorno alla fine del mese di febbraio.

Reddito di emergenza e Reddito di cittadinanza, che differenza c’è?

Questo reddito di emergenza è stato pensato quindi appositamente per tutte quelle persone che si trovano in situazioni economiche davvero disagiate, ma che sono state determinate dalla pandemia. Parliamo quindi di lavoratori precari irregolari, a chiamata, intermittenti ma anche lavoratori con ammortizzatori sociali in scadenza. In tanti si chiedono se è possibile fare domanda per il reddito di emergenza, anche se si è già beneficiari del reddito di cittadinanza. Cerchiamo di fare un pò di chiarezza.Inizialmente si era parlato di una compatibilità tra il reddito di cittadinanza e il reddito di emergenza, ma il decreto rilancio ha escluso la possibilità che i percettori del reddito di cittadinanza possano esserlo anche del reddito di emergenza.

Reddito di emergenza, chi sono i beneficiari

Stando a quanto è emerso, dal reddito di emergenza sono esclusi così come viene stabilito dalla legge i nuclei familiari che al loro interno hanno anche soltanto un solo componente che ha beneficiato di una delle indennità previste dal decreto cura Italia dello scorso 17 marzo 2020. Sono anche esclusi tutti quei nuclei al loro interno abbiano un solo componente titolare di pensione con esclusione della pensione di invalidità civile e/o dell’ assegno ordinario di invalidità. Non possono percepire il reddito di emergenza, anche i beneficiari del reddito di cittadinanza e tutti quei nuclei al cui interno hanno dei componenti titolari i di rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione risulta superiore all’importo del REM mensile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *