Sembra proprio che Meghan Markle avesse fatto un dono importante a Kate Middleton

Pubblicato il: 16 Agosto 2020 alle 9:08

Sembra proprio che ci sia stato un tempo in cui Meghan Markle (che ha appena compiuto 39 anni festeggiando negli Usa con poche amiche) e Kate Middleton potessero diventare grandi amiche.

A raccontarlo adesso sembra una cosa impossibile visto che le due donne hanno un rapporto gelido, per usare un eufemismo. E per il loro rapporto freddo che anche Harry e William hanno rovinato il loro, stando a quanto riporta da tempo la stampa britannica.

Ci sarebbe stato quindi un periodo in cui Meghan ha cercato di conquistare le simpatìe di Kate. Stando alla biografia non ufficiale e non autorizzata sui Sussex dal tìtolo Finding Freedom, nel gennaio 2017 l’ex attrice americana avrebbe donato alla cognata un’agenda Smythson, personalizzata con il Suo monogramma reale.

Sembrava l’inizio di un’amicizia, qualcosa però è andato storto e ancora oggi si cerca di capire cosa poi abbia reso il rapporto fra le due cognate così ruvido.

Se il rapporto fra Kate e Meghan non è mai decollato, quello fra William e Flarry non è mai stato così pessimo come in questi mesi. La Regina Elisabetta II sembra voler fare da mediatrice ma serve lo sforzo di tutti, compreso quello della Markle che dorò prima o poi far tornare il marito in Inghilterra. Intanto emergono nuovi particolari sul litigio fra fratelli: a quanto pare si è sempre sentito la «ruota di scorta» del fratello.

A raccontarlo è l’esperta reale Katìe Nicholl, riferendosi alle indiscrezioni sempre dell’ultimo libro sui Sussex. Harry si sentiva una sorta di terzo incomodo nel rapporto del fratello con Kate. «Mentre la stampa ha sempre adorato l’idea che Harry, William e Kate Middleton fossero una squadra fanatica, Harry si è sempre sentito fuori posto», ha dichiarato Nicholl a ET Canada. E ancora: «A volte l’ho persino sentito lamentarsi del fatto di considerarsi un terzo incomodo, come se fosse la terza persona durante un appuntamento degli altri due. Noiosi è mai integrato perfettamente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *