Roma – Parma come vedere diretta live Tv Streaming gratis ( Sky o Dzan ore 19:30 )

Invertire la rotta. Dopo 3 sconfitte consecutive, una diversa d’altra, contro Inter, Verona e Fiorentina, il Parma è alla disperata ricerca di un risultato positivo per dare un senso a questo finale di stagione. La Roma, però, è la bestia nera degli emiliani: i giallorossi sono la squadra con cui il Parma ha perso il maggior numero di partite in Serie A, tra l’altro con un passivo di 89 reti. Inoltre, la prima e ultima vittoria all’Olimpico rìsale al 1997. Difficoltà che si aggiungono a difficoltà.

«Giocheremo in uno degli stadi più belli d’Italia – attacca D’Aversa -, contro una squadra più importante di noi e in più veniamo da tre sconfitte. Quindi dovremo andare lì con entusiasmo, voglia e determinazione». Quella determinazione che è mancata nel primo tempo contro la Fiorentina: «La voglia c’era, ma nel primo tempo non si è vista. Probabilmente ci ha condizionato un po’ la stanchezza mentale più che fisica, perché nel secondo tempo la squadra ha reagito sotto l’aspetto fisico. Bisogna ricaricare le pile e fare di tutto per invertire questa rotta Non ci dobbiamo abituare alla sconfitta, anzi dobbiamo fare di tutto affinché si ottenga un risultato positivo«.

L’undici titolare resta top secret, ma è fisiologico che ci saranno delle novità di fonnazione, a partire dalla difesa, in particolare sugli esterni dove sono in ballottaggio Darmian-Laurini e Gagliolo-Pezzella A centrocampo rientra Hemani che ha scontato il turno di squalifica, mentre in attacco è probabile il ritorno dal primo minuto di Comelius; ai fianchi del danese il sempre presente Kulusevski e uno tra Gervinho (il grande ex) e Karamoh. «Ai ragazzi – continua il tecnico gialloblù -ho detto che si sta facendo un campionato straordinario e che non si deve buttare tutto quello che si è fatto. Anche la Roma viene da tre sconfitte nonostante sia una squadra che ambisce ad arrivare ad obiettivi molto più importanti dei nostri. Noi dobbiamo ragionare sul fatto che si può, a fine gara, recriminare sul risultato ma non possiamo recriminare sul non aver dato tutto. Questa è una componente che ci ha caratterizzato in questi anni e dobbiamo continuare su questa linea».

Questa sera la Roma ospiterà il Parma e la partita sarà valevole per la 31° giornata di Serie A. Saranno sei in totale gli incontri che si disputeranno oggi, mercoledì 7 luglio 2020, tra cui proprio la gara tra Roma e Parma.

Questo match si giocherà allo Stadio Olimpico di Roma. Le due squadre, che si affronteranno questa sera, sono divise da nove punti nonostante comunque a livello d’organico siano molto diverse. La Roma sembra sia in cerca di un riscatto dopo aver rimediato ben tre sconfitte consecutive ed una Champions League che sembra essere ad oggi molto lontana. Il Parma invece, sembra avere ancora qualche speranza per poter continuare a sperare nell’impresa e aspira a conquistare tre punti all’Olimpico dopo aver perso lo scorso turno.

Ad ogni modo per la Roma sembra essere un momento piuttosto difficile dopo la sconfitta con il Napoli. Per la Roma si è trattato della decima sconfitta in campionato in questa stagione che purtroppo è stata piuttosto difficile e complicata per tutti. Anche il Parma non sembra arrivinel migliore dei modi. Dopo aver rimediato ben tre ko consecutivi contro il Verona e Fiorentina, il Parma spera di vincere la partita e conquistare tre importanti punti. Il Parma vuole tentare il tutto per tutto per provare l’assalto europeo anche se per il momento l’obiettivo sembra essere lontano e difficile da raggiungere.

Dove e come vedere la partita

Ormai l’attesa sta per finire, visto che la partita tra Roma e Parma si giocherà tra poche ore ed esattamente alle ore 21.45 allo Stadio Olimpico. Il match sarà trasmesso in diretta dalla piattaforma online Dazn che come sappiamo è accessibile in abbonamento da pc, tablet, smart tv e console al costo di 9,99 euro mensili. Chi vorrà potrà disdire l’abbonamento in qualsiasi momento, senza ulteriori costi aggiuntivi. La partita sarà visibile sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, oppure collegando alla tv un dispositivo come Amazon Fire TV Stick o Google Chromecast o ad una PlayStation 4 o Xbox (Xbox One, Xbox One S, Xbox One X), oppure attraverso il decoder Sky Q scaricando l’app.

Probabili formazioni

Questi i probabili undici che dovrebbero essere schierati dall’inizio da Fonseca e D’Aversa:

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon, Mancini, Ibanez, Kolarov; Cristante, Veretout; Perez, Lor.Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. All. Fonseca

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Hernani, Kurtic; Kulusevski, Cornelius, Gervinho. All. D’Aversa

Anche se i bookmaker non sembrano riporre molta fiducia sul futuro di Fonseca (per Sisal Matchpoint l’esonero da 5,50 è sceso a 3) il portoghese fa fìnta di nulla («Non mi dà nessun fastidio sentire i nomi di possibili sostituti»). E forse non ha tutti i torti Conoscendo la situazione nella quale versa il club, almeno sino al termine della stagione – a meno che non inanelli una serie di ko senza fine (ora è arrivato a 3) – la panchina della Roma sarà sua.

Il motivo è semplice. Dopo aver sospeso Petrachi, a Trigona – aspettando il cambio di proprietà – non si possono permettere di accollarsi un altro stipendio. Bi- sognerebbe trovare una soluzione-tampone e low cost ma l’idea di Alberto De Rossi (che già in passato rifiutò prospettive di prima squadra) sembra venuta meno sul nascere.

In questo stallo, Fonseca va avanti. Provando a convincere e convincersi che la luce in fondo al tunnel si avvicina: «La mia preoccupazione è tornare a fare bene, senza dimenticare che siamo all’inizio
di un progetto. Conosco molti allenatori che oggi sono vincenti e all’inizio non lo erano». Per il portoghese la flessione non dipende da questioni atletiche o tattiche. Come spesso già accaduto in passato, Paulo si rifugia nella questione mentale: «Le sconfitte qui sono molto pesanti, la squadra incontra difficoltà a recuperare dopo un ko. È un problema su cui stiamo lavorando ma questo non può influenzare il futuro».
Questa sera arriva l’ex Gervinho.

La Roma dovrà fare a meno di Smalling (confermata la distrazione muscolare all’adduttore destro: 7-10 giorni di stop) ma Fonseca assicura di non voler cambiare molto: «Non penso che cambierò molto. Abbiamo la situazione di Smalling che non può giocare, di Zappacosta che ha fatto due partite dopo un lungo infortunio e ora accusa qualche fastidio. Ho uno o due dubbi per questa partita Ma di sicuro non cam- bieremo molto». I ballottaggi riguardano il ruolo di terzino destro – out anche Santon (affaticamento al polpaccio), si giocano la maglia da titolare Peres e Spinazzola – e l’impiego dal via di Mkhitaryan. Zaniolo parte ancora dalla panchina: «Non possiamo dimenticare quanto tempo è stato fuori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *