Afghanistan: chi è Haibatullah Akhundzada, il leader dei talebani

In questi giorni la situazione che si sta vivendo in Afghanistan sembra aver catturato l’attenzione di tutto il mondo. Ormai da diverse ore Kabul è in mano ai talebani ed in pochi giorni tutto l’Afghanistan è diventato un emirato islamico dopo la campagna militare che ha riportato nel giro di pochi giorni il gruppo radicale al potere. I talebani pare fossero stati al potere dal 1996 fino al 2001, ma adesso la situazione è tornata ad essere quella di una volta e la popolazione sta cercando in tutti i modi di scappare. Ma chi è il leader dei talebani che hanno preso Kabul nelle scorse ore? Quest’ultima si chiama Haibatullah Akhundzada. Cosa conosciamo di lui?

Haibatullah Akhundzada, chi è il leader dei talebani

Sappiamo che è il leader generale e che è stato nominato proprio alla guida dei talebani nel mese di maggio 2016. La sua è stata Sostanzialmente un‘ Ascesa al potere piuttosto rapida visto che è diventato il leader dei talebani ed a pochi giorni dopo la morte del suo predecessore Akhttar Mansour. Secondo alcune fonti, sembra che il suo ruolo all’interno delle movimento fosse piuttosto simbolico più che operativo ma in realtà nel giro di poco tempo è riuscito ad avere una grande dimostrazione di lealtà da parte di Ayman al-Zawahiri, il capo di Al Qaeda. Quest’ultimo pare lo avesse soprannominato l’Emiro dei credenti.

Cosa sappiamo di lui?

Ad ogni modo, di lui sappiamo ancora che è figlio di un teologo nato a Kandahar proprio nelle Sud dell’Afghanistan ed ha avuto anche un successo nel cercare di unificare il gruppo che è stato diviso da una violenta lotta per il potere in seguito alla morte di Mansour. Tuttavia nonostante con tante difficoltà pare che il leader sia riuscito a mantenere solido il gruppo, diffondendo dei messaggi soltanto in occasione delle feste islamiche.

Abdul Ghani Baradar, Chi è il co-fondatore del gruppo dei talebani

Sappiamo che è nato nel 1968 nella provincia di Uruzgan (Sud), cresciuto a Kandahar. Ha combattuto contro i sovietici negli anni 80 subito dopo che i russi vennero cacciati nel 1992. Pare che Baradar sia considerato l’artefice della Vittoria militare del 1996 così come di quella sorta ai giorni d’oggi. Durante il regime talebano ha ricoperto diversi ruoli non soltanto militari, ma anche amministrativi. Nel 2001 dopo l’intervento dell’America e dopo la caduta del regime talebano pare che abbia fatto parte di un piccolo gruppo di insorti. E’ stato poi arrestato in Pakistan nel 2010, quando all’epoca era il Capo militare dei talebani. Nel 2018 venne liberato su richiesta e pressione di Washington ed ha firmato Gli accordi di Doha.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *