Anziani maltrattati e senza cibo per diversi giorni, scoperta casa di riposo degli orrori

Anziani maltrattati e lasciati senza cibo per giorni interi. E’ questo quanto avvenuto all’interno di una casa di riposo degli orrori in provincia di Savona. Presso questa Rsa degli orrori, pare che venissero perpetrati dei maltrattamenti sugli anziani da molto tempo. Ma cosa accadeva nello specifico in questa casa di riposo degli orrori?

Anziani maltrattati e lasciati senza cibo per diversi giorni

Sono state le indagini condotte dalla Guardia di finanza di Savona che hanno permesso di far emergere i soprusi che si consumavano all’interno di questa residenza sanitaria assistenziale. Tutto ciò è accaduto in residenza di Varazze in provincia di Savona. Ovviamente questo è il risultato di mesi e mesi di indagini portate avanti dalla Guardia di finanza che hanno monitorato per tanto tempo la situazione. Grazie all’installazione delle telecamere nascoste, gli uomini della Guardia di Finanza hanno appurato l’operato dei dipendenti della struttura. Incredibile quanto è emerso dalle indagini ovvero il fatto che gli anziani venissero lasciati senza cibo, anche per diversi giorni.

Arrestate tre operatrici socio sanitarie

Nello specifico, sono finite sotto accusa tre operatrici socio sanitarie della struttura che pare sottoponessero i pazienti della RSA a violenza e maltrattamenti quotidiani. Sono finite così agli arresti domiciliari tre donne, dopo che il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Savona, ne aveva disposto l’ordine di custodia cautelare. Gli inquirenti hanno sequestrato tutto il materiale, le cartelle cliniche trovate all’interno della struttura. Si tratta con un episodio grave che continua a ripetersi però nel nostro paese, così come documentano le varie notizie di cronaca relative a maltrattamenti e soprusi ai danni di soggetti deboli.

Altra casa di riposo degli orrori in provincia di Livorno

Proprio nei giorni scorsi è venuta alla luce un’altra realtà simile. Venuti alla luce maltrattamenti e violenza ai danni di anziani ospiti di una residenza in provincia di Livorno. Anche in questo caso, grazie alle telecamere di videosorveglianza gli inquirenti sono riusciti a catturare e smascherare gli operatori artifici di queste violenze. Ancora una volta quindi, le telecamere nascoste si sono rivelate fondamentali per poter dare alle forze dell’ordine la possibilità di di poter fare emergere questa triste realtà a Monteveglio in provincia di Bologna. In questo caso però sono state quattro le persone finite agli arresti per maltrattamenti su anziani e aver messo in atto delle azioni deplorevoli su soggetti deboli e fragili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *