Brigitte Bardot: “Il covid-19 è un bene, regola la sovrappopolazione”

A giudicare dalle anticipazioni, l’intervista a Brigitte Bardot in uscita domani su Oggi e rilasciata in occasione della riedizione di una sua autobiografia (datata 1973) deve essere piuttosto scioccante.

L’attrice-icona ritiratasi e vita privata ormai da anni, dà le sue opinioni sull’attualità politica e sul covid-19 e si tratta di opinioni certamente estreme: “Io sono per un governo autoritario, capace di mettere ordine nel casino in cui viviamo. Quando penso che il governo francese lascia al margine dei poveri cittadini che lavorano duro e che ottengono meno aiuti di tutti questi migranti che ci assalgono, mi fa orrore”.

19:24:48Sulla pandemia? “Temo che il Covid e le altre epidemie che si stanno annunciando ristabiliranno dolorosamente un nuovo ordine. Quando quei 5 miliardi di persone di troppo su questa Terra saranno scomparsi, la natura riprenderà i suoi diritti. Mi chiede se questo virus è una buona cosa? Sì, è una specie di autoregolamentazione di una sovrappopolazione che noi non siamo in grado di controllare”. Voilà, Brigitte Bardot.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *