Bruciore di stomaco: cosa mangiare e menù settimanale per il reflusso

Per alleviare il bruciore di stomaco con i cibi giusti, prima scopri le sue cause. Qui troverai le chiavi per farlo e una dieta settimanale per migliorare il problema.

L’ acidità o il bruciore di stomaco è una dolorosa sensazione di bruciore al petto o alla gola che causa il reflusso acido dallo stomaco . Può verificarsi in un modo specifico, ma se si verifica frequentemente, potrebbe indicare che hai un reflusso gastroesofageo, un problema che richiede esami medici per determinarne la causa. Nella maggior parte dei casi, il bruciore di stomaco può essere prevenuto naturalmente modificando alcune abitudini alimentari.

Il trattamento con “protettori dello stomaco” come l’omeprazolo può essere efficace a breve termine, ma non va alla radice del problema. Inoltre, hanno effetti collaterali, come una carenza nell’assorbimento di vitamina B12, calcio o magnesio, che favorisce l’osteoporosi e la debolezza muscolare, tra gli altri problemi. Favoriscono anche la crescita eccessiva di Helicobacter pylori , qualcosa che dovrebbe essere evitato proprio quando si deve affrontare un problema di reflusso.

Nel menù settimanale scaricabile contro il reflusso che vi presentiamo alla fine di questo articolo, troverete riflessi i due principi fondamentali che dobbiamo tenere in considerazione se vogliamo migliorare il bruciore di stomaco:

  • Basare la nostra dieta su cibi naturali , evitando in genere cibi che provocano bruciore di stomaco e favorendo il consumo di altri cibi più consigliati.
  • Preparali in modo che la loro digestione sia facile .

Cosa mangiare per alleviare il bruciore di stomaco

Va sottolineato che le cause del bruciore di stomaco possono essere diverse e che, tuttavia, viene spesso prescritto lo stesso trattamento sintomatico. Vale la pena scoprire qual è la ragione dietro ogni bruciore di stomaco e riconoscere le differenze tra i sintomi. Questo ti permetterà di trovare un modo per migliorare la tua acidità in modo personalizzato e utilizzare strategie più appropriate.

Sintomi come il bruciore di stomaco possono avere spiegazioni curiosamente opposte: possono essere dovuti sia all’eccesso di acidi nello stomaco che alla carenza.

Il fastidio che provi, infatti, indica se il problema del bruciore di stomaco è causato da un eccesso di acidi nello stomaco o da una sua carenza . In ogni caso la prevenzione e il trattamento sono diversi. In ogni caso, ci sono alcuni sintomi comuni , che possono manifestarsi in entrambi i casi, come bruciore al petto o alla bocca dello stomaco, tendenza alla stitichezza e gengive gonfie e arrossate.

Vediamo in dettaglio entrambi i casi, come identificare se si tratta dell’uno o dell’altro e come affrontarli.

1. Bruciore di stomaco causato da acidi in eccesso

In questo caso, di solito compare a stomaco vuoto o prima di mangiare e migliora sia mangiando che bevendo. Altri segni che l’eccesso di acidità è il problema sono la fame e la sete di bevande fredde.

Va tenuto presente che il pH del nostro stomaco deve essere molto acido in modo che possa digerire (rompere) i legami proteici, quindi, anche se abbiamo un eccesso di acidi, non è consigliabile ridurre troppo il pH . In molti casi, l’aumento di questa secrezione acida è compensato nello stomaco dalla secrezione di mucina nelle sue pareti. Tuttavia, l’ iperacidità può causare problemi, principalmente all’ingresso e all’uscita dello stomaco , dove le mucose non sono preparate a questo aumento di acidità.

Gli acidi in eccesso possono a loro volta avere varie cause ea seconda delle quali può essere più conveniente sottolineare alcune misure o altre:

  • Calore in eccesso. Secondo la medicina tradizionale cinese, è dovuto al calore in eccesso nello stomaco.
  • Batteri Helicobacter pylori. Una causa comune dell’eccesso di acidità nello stomaco è la crescita eccessiva del batterio Helicobacter pylori , che tutti abbiamo ma che, in determinate situazioni ea seconda dello stato del nostro rivestimento dello stomaco, può riprodursi più o meno facilmente. L’ H. Pylori attacca il rivestimento della parete dello stomaco, lo infiamma e lo distrugge . Da qui la sensazione di bruciore di stomaco e dolore.
  • Una valvola che non si chiude bene. Il bruciore di stomaco può anche essere dovuto al fatto che la valvola tra l’esofago e lo stomaco, il cardias, non si chiude correttamente. Dietro questo malfunzionamento a volte c’è H. pylori e talvolta lo stress sostenuto, il consumo di droghe, alcol, tabacco o caffè e disturbi fisici come l’ernia iatale, che si verifica quando una parte dello stomaco “diventa tesa” attraverso il diaframma.

Fare? Uno degli obiettivi del trattamento dovrebbe essere quello di migliorare la capacità rigenerativa della mucosa . Inoltre, il medico dovrà valutare se è necessario trattare l’ H . Pylori .

In generale, gli alimenti che la medicina cinese descrive come “freddi” possono aiutarci , come il sedano, il cetriolo, i germogli, la quinoa o il mais.

2. Bruciore di stomaco causato da una mancanza di acidi

Come abbiamo detto, anche il problema opposto, cioè la carenza di acidi nello stomaco, può provocare bruciore, poiché fa sì che il cibo non venga digerito bene e fermenti nello stomaco .

In questo caso, il disagio non appare prima, ma dopo l’ingestione . Questa differenza ci consente di determinare la causa. Oltre al bruciore, altri sintomi sono pesantezza, gonfiore, eruttazione, sensazione di pienezza, secchezza delle fauci e sete che persiste anche quando si beve.

Secondo la medicina cinese il problema è che c’è “freddo” nello stomaco e quindi bisognerebbe scaldare la “pentola” con cibi di natura calda come cipolla, aglio, zucca o patata dolce.

I migliori rimedi naturali e le migliori abitudini contro il reflusso

Quando il disagio è intenso, possiamo ricorrere a rimedi naturali efficaci senza gli effetti collaterali dei farmaci antiacidi:

  • Argilla bianca: diluire una piccola quantità di argilla bianca in 100 ml di acqua e bere quando compare il disagio.
  • Succo di patata cruda: assumere 100 ml in caso di fastidio.
  • Pasta umeboshi : mettine una piccola quantità sotto la lingua e aspetta di secernere molta saliva per inghiottirla.
  • Kuzu con umebsohi: prepara il kuzu da bere e aggiungi un po ‘di umeboshi.
  • Flan di miglio: puoi preparare un flan a base di miglio, kuzu e succo di mela che è un vero balsamo per lo stomaco . Troverai la ricetta nella dieta anti-reflusso scaricabile che troverai di seguito.

Oltre a questi rimedi specifici, di solito puoi ricorrere ai seguenti rimedi e abitudini per digerire meglio:

  • Succo di mandarino: assumere 100 ml prima dei pasti.
  • Zenzero fresco: condite verdure e legumi con zenzero fresco grattugiato o spremuto.
  • Lecitina di soia: mettine un po ‘negli alimenti ricchi di grassi.
  • Masticare bene: masticare 20 volte ogni boccone. Dedica almeno mezz’ora a ogni pasto ed evita di mangiare in piedi e in luoghi stressanti e freddi.
  • Cottura delicata: preferisci cuocere a vapore, bollire e soffriggere piuttosto che friggere, grigliare o arrostire.
  • Non accontentarti: alzati da tavola senza un’eccessiva sensazione di pienezza. Non riempire completamente lo stomaco.

Dieta settimanale per il bruciore di stomaco

Abbiamo preparato un menù settimanale con gli ingredienti che danno pace al tuo sistema digerente senza alterare le mucose o il microbiota. Troverai molti degli alimenti adatti al bruciore di stomaco che abbiamo inserito in questo articolo, crudi o sottoposti solo a cotture delicate. Hai proposte di colazione, pranzo e cena dal lunedì al venerdì, con la possibilità di scegliere per il weekend quello che più ti è piaciuto dal menù.

Troverai anche la ricetta dello sformato di miglio che puoi utilizzare come rimedio per alleviare il fastidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *