can yaman

Can Yaman è diventato un sex symbol internazionale dopo il successo di “Bitter Sweet Ingredienti d’amore”

Il 2020 è stato decisamente il suo anno. Con “Daydreamer – Le ali del sogno”, infatti, Can Yaman ha conquistato un successo  inarrestabile e senza precedenti. Dopo essersi fatto conoscere l’anno prima con “Bitter Sweet – Ingredienti d’amore”, l’estate scorsa l’attore turco è entrato definitivamente nei cuori degli italiani interpretando il fotografo Can nella fiction dei record che nei mesi caldi (al posto di “Uomini e donne”) ha conquistato ben 3 milioni di telespettatori e numeri stratosferici su Mediaset Play.

Adesso le avventure di Can e Sanem (interpretata da Demet Òzdemir, ndr) appassioneranno ancora il pubblico di Canale5 ogni giovedì in prima serata con ben 3 episodi e sfidando “Che Dio ci aiuti 6”. Ma non è tutto per le fan del bel Can.

Perché Mediaset ha acquistato anche l’altra fatica televisiva dell’attore, ovvero “Bay Yanh$” (ovvero “Mister Wrong” per il pubblico» interazionale), che vede il ritorno di Ozg’e Giirel, già vista in “Cherry Season – Le stagioni del cuore” e “Bitter Sweet” (sempre con Ya-man). Pensavate fosse tutto? Eh, no…

Perché Can Yaman, oltre ad essere stato ospite della nuova edizione di “C’è posta per te”, aver realizzato la pubblicità di un noto marchio di pasta diretta dal regista Ferzan Ozpetek – e sempre con lui girerà un film dal cast all star – Can Yaman si prepara per un’altra straordinaria avventura.

Ebbene, come annunciato su Rtl 102.5 dai produttori della Lux Vide (casa di produzione di alcuni dei più grandi successi seriali come “DOC – Nelle tue mani”, “Don Matteo”, “Che Dio ci aiuti”e tanti altri, ndr), sarà proprio Can Yaman a ridare vita all’indimenticabile e mitico Sandokan, in un reboot clamoroso che ha fatto impazzire tutti.

Al fianco dell’attore turco avremo altri due pezzi da novanta, ovvero Luca Argenterò (sarà il suo braccio destro Yanez) e Alessandro Preziosi. La serie, ispirata ai capolavori di Emilio Salgari, verrà girata quest’estate, ma non si sa ancora quale sarà la rete che manderà in onda gli otto episodi da cinquanta minuti.

Sarà 4a Rai, con cui Lux Vide collabore molto spesso? Oppure Mediaset sarà disposta a pagare tanto pur di avere il “suo” Can anche in questa nuova avventura? Tra i due litiganti, però, si sa, il terzo gode. E molti parlano di Netflix come broadcast interessato. Il gigante dello streaming, infatti, garantirebbe alla serie un pubblico illimitato e planetario.

Dove vedremo Can/ Sandokan? Non resta che aspettare per scoprirlo, nel frattempo però Can Yaman si sta goden-
do tutto il successo che l’Italia – e non solo – in questi due anni gli ha regalato. Tra soap, fiction, spot, moda, ospitate (“Verissimo”, “C’è posta per te”, “Live”) e tanto duro allenamento per diventare il nuovo Sandokan, senza dimenticare i suoi impegni con la tv turca e il cinema

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *