can yaman

Chi è Can Yaman, età, carriera, vita privata, come contattarlo

Can Yaman: altezza di 1,83 cm e ai 72 kg di peso. Sul petto, inoltre, Can Yaman ha avuto un tatuaggio che raffigurava un uccello con le ali spiegate dentro un cerchio.

Come contattare Can Yaman e scrivergli

Per contattare Can Yaman bisogna andare sul suo profilo instagram. Can Yaman ha aperto il suo account Instagram nel giugno del 2014 e ha postato, ad oggi, più di 600 foto. Vi consigliamo di andare a vedere!

Filmografia Can Yaman

Ecco tutti i lavori svolti da Can Yaman per la televisione:

  • Gönül İşleri (serie TV, 2014)
  • İnadına Aşk (serie TV, 2015)
  • Hangimiz Sevmedik (serie TV, 2016)
  • Bitter Sweet – ingredienti d’amore (serie TV, 2017)
  • Erkenci Kuş (serie TV, 2018 – ad oggi)

Tutte lo amano, tutte lo vogliono. Lui, Can Yaman, è grato di cotanta ammirazione ma non si scompone più di tanto. E tira dritto verso nuovi traguardi artistici e professionali. «Sono un perfezionista – ha dichiarato qualche tempo negli studi di Verissimo – e amo il mio lavoro».

I frutti di tale determinazione non mancano, anzi arrivano uno dietro l’altro. Il più recente? L’attore turco è stato scelto come protagonista di una nuova serie tv e un podcast radiofonico dedicati a Sandokan. Un ruolo prestigioso, quello della Tigre della Malesia, ereditato da Kabir Bedi; riuscirà a bissare il successo ottenuto dal celebre collega indiano? Le premesse ci sono tutte. Saranno 8 episodi da 50 minuti l’uno, prodotti dalla Lux Vide in collaborazione con RTL 102.5, e le riprese inizieranno nell’estate 2021.

Nel cast anche Luca Argenterò, che vestirà i panni di Yanez De Gomera, braccio destro del personaggio creato da Emilio Salgari. Una coppia che già ‘À fa sognare. Secondo le prime indiscrezioni ni il remake, scritto da Alessandro Sermoneta e Davide Lantieri, sarà basato su lati  inediti della storia e su una reinterpretazione in chiave moderna; maggiore spazio avrà, inoltre, Lady Marianna, ovvero la Perla di Labuan, cui ancora non si sa quale attrice presterà il volto.

Intanto, Can si prepara. Dicono che stia già studiando con il suo consueto impegno, conscio del fatto che si tratta di una sfida determinante per la sua carriera. «Volevo un grandissimo attore – ha dichiarato Luca Bernabei, amministratore delegato della Lux Vide – che potesse interpretare un ruolo mitico come quello di Sandokan con Kabir Bedi e l’abbiamo trovato in Yaman, anche se non è stato facile strapparlo ai suoi tanti progetti».

Parole che gratificano, certo, ma che si traducono anche in una grande responsabilità. L’attore turco si è detto ‘fiero e orgoglioso’ di prende re parte a questo progetto internazionale ed è pronto a tirar fuori le unghie, proprio come farebbe la Tigre di Mompracem. Il talento non gli manca, le caratteristiche fìsiche nemmeno. Alto, possente, muscoloso, con lo sguardo da guerriero: non è diffìcile immaginarlo con il turbante e gli abiti di scena, mentre sguaina la spada e si muove fra la natura selvaggia, pronto a tutto pur di difendere il suo piccolo regno.

E pensare che fino qualche anno fa, dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza a Istanbul,  sua città natale, lavorava in uno studio legale come avvocato tributarista. Poi, un bel giorno, decise di frequentare un corso di dizione per rendere più efficaci le sue arringhe. E a quel punto il destino ha preso il sopravvento.

Il 31enne Can Yaman è diventato famoso anche in Italia grazie a due soap turche, Bitter Sweet – Ingredienti d’amore e DayDreamer – Le ali del sogno. Fra il 2019 e il 2020 un crescente numero di registi e produttori hanno cominciato a guardarlo con grande interesse e la serie tv su Sandokan ne è la dimostrazione. Facile prevedere che sarà l’attore più richiesto del 2021 e che presto farà il salto sul grande schermo, anzi: pare che Ferzan Ozpetek l’abbia già chiamato per il suo prossimo film.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *