Dipinge da solo le strisce pedonali per far attraversare la moglie disabile: multato e strisce cancellate

Aveva chiesto più volte alle autorità di dipingere delle strisce pedonali su una strada piuttosto trafficata, anche perché la moglie, disabile e non in grado di muoversi autonomamente, non riusciva mai ad attraversare in sicurezza. Quegli appelli erano però caduti nel vuoto ed un pensionato ha deciso di fare da solo, ma alla fine è stato multato e il Comune ha anche cancellato le strisce pedonali ‘fai da te’.

Dipinge le strisce pedonali per la moglie disabile

Il protagonista della vicenda è Laurie Phillips, un 78enne che vive a Christchurch, nel Regno Unito. La moglie Estelle, 76 anni, non è in grado di muoversi autonomamente e per spostarsi utilizza uno speciale scooter per disabili. Nei pressi della casa degli anziani coniugi c’è una strada molto trafficata e pericolosa, in cui le auto viaggiano oltre i limiti di velocità. «Mia moglie non riesce mai ad attraversare in sicurezza, ma senza le strisce pedonali quella strada diventa pericolosa anche per altri anziani e per i bambini», i ripetuti appelli di Laurie alle autorità del suo territorio. Alla fine, spazientito per la mancanza di risposte da parte delle istituzioni, l’uomo si è fatto aiutare da due vicini, dipingendo non solo delle rudimentali strisce pedonali, ma anche una segnaletica orizzontale con il numero 10, che indica il limite di velocità delle dieci miglia orarie (circa 16 chilometri orari). Lo riporta la BBC.

Le strisce pedonali per la moglie disabile cancellate e la multa

L’iniziativa del signor Laurie sembrava funzionare, come spiega il diretto interessato: «Gli automobilisti rallentavano e riuscivano così a fermarsi in tempo in prossimità delle strisce pedonali». Quattro giorni dopo, però, i funzionari del comune hanno cancellato tutta la segnaletica orizzontale realizzata dal 78enne, che poi è stato convocato dalla polizia locale e multato per 130 sterline (poco meno di 150 euro). Oltre all’amarezza, nell’anziano è forte la rabbia: «Avevo annunciato più volte al comune di voler fare da me, hanno avuto tante possibilità di intimarmi di non farlo. Nessuno mi ha risposto e per me, chi tace acconsente. I miei vicini erano tutti molto contenti, non pensavo certo di fare qualcosa di criminale». Il 78enne però non si arrende e ha deciso di lanciare una petizione, con una raccolta di firme, per far ridipingere in maniera ‘ufficiale’ le strisce pedonali. Il consiglio comunale ha spiegato: «Valuteremo attentamente la richiesta per stabilire se sia opportuno creare un attraversamento con strisce pedonali o con un rialzo in quel punto. La sicurezza rimane, come sempre, la nostra preoccupazione principale».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *