Intrattenimento

Donatella Rettore chi è: età, altezza, marito, figli, Sanremo, malattia e Duetto La Rappresentante di Lista

Donatella Rettore è nata a Castelfranco Veneto l’8 luglio 1953. È figlia di una donna nobile, attrice di teatro goldoniana, e di un commerciante. Nella stessa città si diploma con il massimo dei voti all’Istituto Tecnico Industriale con indirizzo per le Lingue Estere. La musica è sempre stata la sua più grande passione, e all’età di 10 anni crea il suo primo gruppo musicale “Cobra” (palese il rimando alla canzone “Kobra”, una delle più famose dell’artista). La sua carriera da cantante decolla negli anni ’70 e raggiunge il suo massimo splendore negli anni ’80. Attribuiamo a quel periodo “Kobra” e “Splendido Splendente”, due delle sue canzoni più amate.

Donatella Rettore è una cantautrice e attrice italiana. La passione per la musica nasce da bambina: ha 10 anni quando mette su il suo primo complessino, “I Cobra”, con il quale si esibisce nelle parrocchie cantando le canzoni di Caterina Caselli e guadagnando 500 lire a serata. Dopo la maturità, la Rettore decide di trasferirsi a Roma per inseguire il sogno di diventare una cantante e nel 1973 è la spalla del tour estivo di Lucio Dalla, che le insegna i trucchi del mestiere. In quell’anno esordisce con Quando tu, a cui segue poi Ti ho preso con me, scritta da Gino Paoli.

L’anno della svolta è il 1978, quando Donatella Rettore passa dalla Produttori Associati alla Ariston e abbandona il suo nome di battesimo per farsi chiamare con il cognome Rettore. Cambia anche il suo look e il genere di proposta musicale, più improntata al rock e al pop e il singolo che apre questo nuovo capitolo della sua vita è Eroe, che più tardi ha definito uno dei suoi brani preferiti. Arriviamo così al 1979, anno di Splendido Splendente e dell’album Brivido divino con cui la Rettore raggiunge la vera popolarità e il successo commerciale.

Nel 1980 Donatella Rettore pubblica il singolo Kobra, un’altra delle sue storiche hit irriverente e provocatoria che diventa subito il caso musicale dell’anno e con cui raggiunge il secondo posto al Festivalbar. La lista di album e singoli divenuti cult di Rettore è lunga. Ricordiamo Estasi Clamorosa, Donatella e Remember, scritta in collaborazione con il team di Elthon John e cantata in inglese, nel 1982 conKamihaze rock’n’roll suicide e Lamette. Donatella Rettore è stata anche attrice in “Cicciabomba” di Umberto Lenzi, “Kinski Paganini” di Klaus Kinski, “Strepitosamente… flop” di Pierfrancesco Campanella e nella serie televisiva “Aeroporto nazionale”. 

Arrivando agli anni più recenti, nel 2011 esce Caduta massi, il tredicesimo album della Rettore anticipato dal singolo L’onda del mar e due anni dopo collabora alla realizzazione del singolo Donatella di Giulia e Silvia Provvedi, che si chiamano ‘Le Donatella’ in suo onore. Nel 2017 la cantautrice veneta partecipa alla settima edizione di Tale e quale show ma è costretta a ritirarsi dopo tre puntate per problemi di salute e viene sostituita da Dario Bandiera. Nel 2019 viene scelta come coach a Ora o mai più, la trasmissione condotta da Amadeus e in onda su Raiuno.

Donatella Rettore è nata a Castelfranco Veneto l’8 luglio 1955, è alta un metro e settantacinque centimetri e pesa circa 52 chili. Dal 2005 è sposata con Claudio Rego, a cui è legata da oltre 40 anni. A Vanity Fair ha rivelato di aver perso un bambino e di non aver più voluto provare ad averne uno: “Dovevamo avere un figlio di 20 anni, l’abbiamo perso che era ancora nella pancia e non è accaduto più. Mi sono rovinata di terapie, continuavano a dirci che entrambi stavamo bene ma che non veniva, ed era un mistero. Oltre ancora non ho voluto insistere”. Nel 2017 Donatella Rettore ha parlato della malattia di cui soffre dall’età di 29 anni e che la costringe a sottoporsi spesso a trasfusioni di sangue: la talassemia. “È la mia croce, ognuno ha la sua nella vita, e la affronto senza piangermi addosso”, ha detto al settimanale DiPiù aggiungendo che nonostante le difficoltà ha imparato ad accettarla e comunque ci deve convivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *