Intrattenimento

Eleonora Salvadori: chi è la moglie di Tony Esposito, grande amore ma molto riservati

Eleonora Salvadori è la moglie di Tony Esposito ovvero il noto musicista ed anche il cantautore di Kalimba de luna una delle canzoni più belle e sicuramente più conosciute della musica italiana. I due sono felicemente sposati da diversi anni e sono una coppia davvero molto felice, ma anche piuttosto discreta e riservata.

Eleonora Salvadori, chi è la moglie di Tony Esposito

Di loro e della loro vita privata non si sa davvero tanto, ma quello che sappiamo è che la donna è stata sempre al fianco del marito anche durante gli anni d’oro della sua carriera. Ricordiamo infatti che Tony ha avuto un successo davvero strepitoso tantissimi anni fa ed ha lavorato con artisti di un certo calibro della musica napoletana e italiana. Si è fatto parecchio apprezzare e conoscere dal grande pubblico per la musica ispirata alla sonorità di Paesi diversi tra loro e dislocati in ogni parte del mondo.

La carriera e il rapporto con la moglie

È riuscito a mixare ritmi tribali ed anche melodia partenopee e forse è stato anche per questo motivo che ha avuto un successo davvero strepitoso. Nonostante si sia tanto dedicato alla sua carriera, comunque per lui la famiglia è stata da sempre molto importante. Non ci riferiamo soltanto alla famiglia che lui stesso si è formato, ma anche quella di origine. Ha infatti due sorelle Anna ed Eva Esposito e anche un fratello di nome Pasquale al quale sembra essere molto legato. Ritornando alla storia d’amore con Eleonora Salvadori sappiamo che i due hanno vissuto una grande storia d’amore e soprattutto lontana dai riflettori e dal clamore del mondo dello spettacolo. Lui ha da sempre preferito far parlare di sé per la musica e per la sua grande passione per il canto, condividendo il palcoscenico con tanti amici e colleghi uno tra tutti Pino Daniele.

Il ricordo di Pino Daniele

Quando Pino è venuto a mancare per lui è stato davvero un brutto colpo e di questo ne ha voluto parlare nel corso di una intervista. “Pino era un napoletano particolare: molto dolce ma anche brusco, a volte. Pochi giorni prima di morire, fece una cosa che porto con me. Per la prima volta in quarant’anni mi disse: “Sai Tony, ti voglio bene”. Proprio a Pino Daniele, Tony ha voluto dedicare un concerto davvero molto speciale. “non è il concerto di una cover band. I concerti tributo sono gestiti dal figlio di Pino, Alessandro, che guida la Fondazione Daniele. Con la vecchia band di Pino, io, James Senese e Tullio De Piscopo di concerti tributo ne facciamo almeno tre all’anno. Sono contento, però, che ci siano centinaia di gruppi che tengono viva la memoria di Pino, perché lui è stato uno degli autori più importanti del Novecento”.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *