Giulia Stabile e Sangiovanni sono in cerca di una casa

Giovani e felici. Con quelle risate larghe e spensierate che solo i ventenni riescono a disegnarsi sulla faccia. Capita di vederli abbracciarsi per strada mentre si sussurrano stupidaggini o cose importanti, chissà, tanto la vita è bella e loro se la stanno godendo tutta. Proprio come la coppia che vedete in queste pagine.

Parliamo di Sangiovanni (nome d’arte di Giovanni Damian) e Giulia Stabile, 18 anni lui, 19 anni lei, che vediamo per le strade di Roma a pochi metri dalla casa di famiglia di Giulia. L’una a braccetto dell’altro, i cappucci delle felpe calzati sul capo, i giubbotti coordinati, gli sguardi guasconi e spontanei di chi ha appena iniziato a interagire con i fotografi. Sì, paiono davvero tanto felici.

E si capisce il motivo: questo è un periodo davvero d’oro per i due ragazzi. Dopo essersi conosciuti durante la scorsa edizione di Amici sono arrivati entrambi in finale. Il primo posto se l’è poi aggiudicato Giulia, che è lanciatissima nel mondo della danza, della Tv e dei social, dove conta ben 1,6 milioni di follower, centomila più di lui. Dal canto suo, Sangiovanni ha dominato le classifiche estive con la sua Malibu.

E pochi giorni fa, Amadeus ha svelato che tra i Big che canteranno al Festival di Sanremo ci sarà anche lui, che porterà il brano Farfalle. La storia tra i due ragazzi ha mandato in visibilio i fan di Amici. L’attenzione mediatica dopo la fine dello show non è diminuita, tanto da spingere Giulia e Sangio, come tutti oramai lo chiamano, a vivere la loro storia lontana dai riflettori.

Salvo poi lasciarsi andare ad alcune dichiarazioni romantiche sempre via social: “Giulia mi ha regalato un sacco di momenti che ho voluto mettere in musica ed evidentemente tanta gente ci si è riconosciuta”, ha fatto sapere il cantautore.

E la ballerina: “Auguro a tutti di trovare una persona che vi faccia sentire come Sangio fa sentire me”. Ora nel loro futuro, dicono i ben informati, c’è una casa assieme, un nido d’amore nella capitale. Chissà se la passeggiata esplorativa ha dato i suoi frutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *