Intrattenimento

Kate Middleton, per arredare le camerette dei figli la duchessa di Cambridge ha scelto mobili non di pregio, ma Ikea

Kate Middleton arreda casa con i mobili a basso costo di una famosa marca di arredamento svedese. Il magazine Hello ci racconta che la casa di William e Kate a Kensington Palace ha delle caratteristiche interessanti. Per esempio le loro stanze matrimoniali sono al piano terra. I piani più alti invece sono destinati allo staff.

Un’altra particolarità. Per arredare la cameretta di George i genitori hanno scelto dei normalissimi mobili Ikea, forse pensando pià alla praticità e alle esigenze dei bambini e meno all’eleganza e al valore.

Una notizia che ha una fonte autorevole: la diretta interessata. Nel 2018 infatti, durante una visita al Museo Nazionale di Architettura e Design di Stoccolma, Kate aveva raccontato al capo del design dell’azienda, Marcus Engman, di aver appunto arredato la stanza di George con pezzi Ikea e, secondo i giornali inglesi, avrebbe fatto lo stesso con le camerette dei fratelli del futuro re, Charlotte e Louis.

Engman ha detto: «Sono orgoglioso del fatto che possiamo accontentare tutti. Questo è ciò che vogliamo che Ikea sia per le molte persone del mondo, sia reali sia persone comuni».

La strategia del “le persone reali sono persone comuni” da parte della Reai Casa britannica prosegue quindi con successo. «Un modo di vivere che incontra il favore degli inglesi e pone lo stile di vita dei duchi in netto contrasto con quello ostentato e opulento dei Sussex. I Cambridge sanno trovare il giusto compromesso fra tradizione e modernità, una virtù che diventerà un enorme vantaggio quando siederanno sul trono d’Inghilterra» si legge sul sito il-Giornale.it Una nuova puntata del duello tra William & Kate e Harry & Meghan, aggiungiamo noi.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *