Matilda De Angelis chi è: età, carriera, vita privata e fidanzato

L’attrice bolognese, che presto vedremo al Festival accanto ad Amadeus, ha iniziato a recitare per caso nel film “Veloce come il vento” del 2016, con Stefano Accorsi. Da allora non si è più fermata: ha paura, ma si butta, non teme di spogliarsi e, senza aver fatto alcuna scuola di recitazione, ora divide il set con star internazionali come Hugh Grant e Nicole Kidman. Ecco tutti i suoi segreti.

Da Bologna a Hollywood in men che non si dica. Veloce come il vento, proprio come il suo primo film in cui ha recitato al fianco di Stefano Accorsi. Da allora – era il 2016 – Matilda De Angelis ne ha fatta di strada: oggi ha 25 anni ed è una delle attrici più richieste, non solo nel panorama italiano.

E pensare che è nato tutto per caso… Sì, perché lei a fare l’attrice nemmeno ci pensava. La sua passione era la musica: canto, violino e chitarra. A13 anni inizia a comporre le prime canzoni e a 16 è la voce del gruppo bolognese Rumba de Bodas, con cui si esibisce in concerti in giro per l’Italia e l’Europa.

Finché un amico che sta collaborando al casting per il film con Accorsi le suggerisce di fare il provino: il regista Matteo Rovere la sceglie per il ruolo di Giulia, pilota di rally come il fratello Loris, interpretato da un grande Stefano Accorsi.

Non importa che tutto succeda mentre lei sta finendo il liceo, abbia già affrontato l’anoressia, che il suo sogno sia cantare, che non abbia fatto alcuna scuola di recitazione e che il primo giorno di riprese sia la mamma a trascinarla sul set perché lei, da secchiona, ha paura di non essere abbastanza brava e vuole tirarsi indietro. Matilda conquista un bel po’ di premi per la sua interpretazione, compreso quello come miglior rivelazione al Taormina Film Fest.

A quel punto scende in pista, ingrana la marcia e non si ferma più. Scopre che recitare le piace e l’esperienza la fa direttamente in tv nella serie di Rai Uno Tutto può succedere, dove può dare sfogo anche alle sue doti canore e si ritrova a dividere il set col fratello minore Tobia.

«La prima scena che ho girato », racconta in quel periodo, «era una partita di calcio e c’erano anche mia madre e mio padre che facevano le comparse. Mamma, che nella vita fa l’assicuratrice, si è divertita come una matta. Papà, grafico pubblicitario, era un po’ in imbarazzo». Intanto compare nei video musicali Tutto qui accade dei Negramaro e Felicità puttana dei Thegiornalisti, e nei primi film per il cinema, tra cui II premio, con Gigi Proietti, Alessandro Gassmann e Rocco Papaleo, e Youtopia, con Donatella Finocchiaro e Alessandro Haber.

Di recente è sbarcata su Netflix al fianco di Elio Germano in L’incredibile storia dell’isola delle Rose e ha fatto il salto internazionale con il ruolo di Elena Alves nella serie Sky The Undoing – Le verità non dette, della regista danese Susanne Bier, al fianco di star universalmente riconosciute come Hugh Grant e Nicole Kidman, con cui gira delle scene di nudo molto intime. Ma come è arrivata un’occasione così importante?

Tutto nasce con la sua nomina, nel 2018, a Shooting Star italiana al Festival di Berlino, un premio dato annualmente a dieci attori emergenti che si sono distinti per le loro capacità nel panorama europeo: fondamentale l’aver partecipato almeno a un festival internazionale e il saper parlare inglese per “vendersi” al meglio e conoscere i più importanti casting director del mondo, ovvero le persone che si occupano di fare il cast per un film a livello internazionale.

Qualcuno si ricorda di lei e arriva la proposta di un provino per The Undoing. Il primo è un self tape, un video che l’artista realizza in autonomia e poi spedisce. Così fa anche Matilda e nel giro di una settimana – durante la quale passa dall’euforia al panico per assenza di autostima e in cui si ripete: «Non ci posso credere», come tutte le volte in cui le succede qualcosa di bello nella vita – si ritrova a New York, dove resta per due mesi.

Incredula di essere di fronte a star così enormi, incontra prima Hugh Grant e il suo «umorismo british, un po’ freddino», poi Nicole Kidman, che ha definito «dolcissima, meravigliosa. L’ultimo giorno di set mi ha dato una lettera con scritto: “Non vedo l’ora* “che il mondo si renda conto del talento che sei”. E a Natale mi ha mandato dei regali. Pazzesco ». Gome se non bastasse, Matilda ora sta girando a Venezia con l’attore americano Liev Schreiber Di là dal fiume e tra gli alberi, film tratto dall’omonimo romanzo di Ernest Hemingway.

E presto la vedremo al fianco di Amadeus al Festival di Sanremo, dove probabilmente la sentiremo anche cantare e, c’è da scommetterci, incanterà tutti con la sua voce particolare e graffiante: questa sì, piace anche a lei, tanto che sta perfezionando il suo inglese perché non vuole sentirsi doppiata. Non c’è che dire, quella di Matilda sembra proprio una favola, con un lieto fine ancora tutto da scrivere. E pazienza se al momento non c’è l’ombra di un principe azzurro (l’ultimo fidanzato è Andrea Arcangeli, attore anche lui). Difficile, del resto, starle dietro: lei corre. Veloce come il vento.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *