Calcio

Olympique Marsiglia – Lazio streaming gratis diretta live tv dove guardarla

Dove e come vedere Olympique Marsiglia  – Lazio

Il match valevole per la quarta giornata di Champion League non sarà trasmessa in Tv in chiaro. Le due squadre scenderanno in campo alle ore 21.00 di oggi, giovedì 4 novembre. La partita sarà, quindi, trasmessa in esclusiva in Tv su Sky, collegandosi ai canali SKy Sport, Sky Sport Action e Sky Sport 4k, ai canali 253, 206 e 213. Sarà possibile, ancora, seguire il match in streaming, su dispositivi mobili portatili come Sky go, Infinity + e Now, dove si potrà anche acquistare il tagliando della singola partita. Il match non sarà comunque visibile in streaming gratis.

Senza i propri tifosi e con Ciro Immobile a mezzo servizio. Il tutto, in un ambiente non proprio dei più accoglienti (ieri per evitare eventuali sassaiole i biancocelesti hanno optato per un pullman anonimo al posto di quello ufficiale e facilmente riconoscibile) e contro un Marsiglia che medita l’Eu-ro-sorpasso nel Girone E dopo le prime tre partite finite in pareggio. L’ultimo, quello dell’olimpico che Maurizio Sarri commenta così: «Ci aspetta una partita difficile, loro all’andata hanno dimostrato grandissime qualità di palleggio, ma venire al Velodrome e aspettarsi una gara semplice sarebbe da folli. Il calcio francese ormai è molto vicino alla nostra Serie A con eccellenze forse superiori al nostro campionato. Non ci aspettiamo nulla di semplice, ma sapevamo fin dall’inizio che era un girone difficilissimo».

Il tecnico biancoceleste chiede la solita “continuità” nell’approccio e nella prestazione, dicendosi soddisfatto per l’atteggiamento dei suoi in campionato contro Fiorentina e Atalanta ma ammettendo che «dopo due partite non si può certo parlare di continuità. Forse non sarà determinante, ma è una partita che può risultare quella decisiva. Siamo in ballo e balliamo».
E al gran ballo francese, la Lazio sapeva già di andare senza i suoi supporters, in linea con la stessa ordinanza italiana nella gara d’andata. A nessuno tra i tifosi laziali (anche diversi vip) non è piaciuta però la motivazione del ministro francese, secondo il quale i tifosi biancocelesti nei precedenti a Marsiglia si erano macchiati di attiviolenti e di “canti fascisti” e “saluti nazisti”

E qui il ‘”compagno” Sarri non usa molta diplomazia: «Se fossi in Lotito direi al ministro francese di venire a vedersi una partita della Lazio all’olimpico. Capirebbe che ha detto una cazzata». Rivolgendosi invece direttamente al patron, seppur rispondendo a una domanda, Sarri parla anche del possibile prolungamento di contratto che ad oggi scadrebbe a fine stagione: «Si valuterà nella prossima settimana, se il presidente la pensa così. Ma in questi giorni abbiamo altro da pensare. Io posso dire che alla Lazio sto benissimo, mi piace la società e le persone che ci lavorano», dice il tecnico biancoceleste.

Piombando forte sul match di stasera, invece, il vero dubbio è legato a Immobile. L’attaccante biancoceleste l’altro ieri non si era allenato a causa di un virus intestinale. Ma c’è dell’altro, come rivela lo stesso Sarri: «Oltre al virus, ha un problemi-no al legamento collaterale non estremamente pericoloso ma dolente -precisa il toscano -. Stamattina (ieri, ndr) stava bene a correre sul dritto, ma avvertiva ancora qualche problema sui cambi di direzione. Vedremo se ce la farà o meno».

Decisivi i test di oggi, ma sarebbe folle rischiarlo. Al suo posto potrebbe tornare dal primo minuto Vedat Muriqi. A centrocampo invece, confermati Cataldi in regia (terza partita consecutiva da titolare per il canterano biancoceleste) e Luis Alberto, a riposo Milinkovic-Savic al quale darà il cambio Toma Basic: «Ho sceltola Lazio – ha chiarito il croato ex Bordeaux -perché è un grande club. La decisione è stata facile da prendere. Anche per la mia carriera la Serie A è un passo in avanti rispetto alla Ligue 1. Sono qui per imparare cose nuove e migliorarmi. Ci sono tanti giocatori a cui ispirarmi, se devo dirne uno dico De Bruyne».

Per il Marsiglia, terzo a un punto dalla Lazio, è gara da dentro o fuori: «Mancano poche partite e i punti cominciano a pesare di più, per il momento non ne abbiamo raccolti abbastanza rispetto a ciò che abbiamo fatto vedere in campo», le parole di Jorge Sampaoli. L’allenatore argentino racconta che nel 2016 era stato molto vicino ai bianco celesti: «Ho avuto un incontro con Lotito – ha rivelato Sampaoli -. Poteva essere una buona opportunità per il mio futuro».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *