Piera Maggio: chi è la mamma di Denise Pipitone? Età, Kevin, vita privata, marito, avvocato e figli

Le recenti dichiarazioni di Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, e del pm Maria Angioni hanno certamente scosso non solo l’opinione pubblica ma anche gli addetti ai lavori. Sono davvero numerose e sconcertanti le anomalie, le “sviste”, le “leggerezze” e, soprattutto, le ombre che hanno caratterizzato, sin dall’immediatezza, l’inchiesta sulla scomparsa della piccola Denise, sia sotto il profilo operativo, sul campo, che sotto il profilo strategico.

Di anni da quel primo settembre 2004 ne sono passati quasi 17 ma tali ombre, lungi dall’essersi dissipate, si sono trasformate in sospetti via via sempre più concreti fino al punto di lasciare legittimamente, a mio avviso, ipotizzare che ci sia stata una regia precisa dietro una serie di errori investigativi (allo stato difficili da comprendere e, soprattutto, da giustificare data la delicatezza del caso), soprattutto nei momenti immediatamente successivi alla scomparsa della bimba.

Sul punto proprio le dichiarazioni del pm Angioni, tra i primi magistrati a intervenire, ritengo non lascino spazio a dubbi di sorta. Qualcosa non torna nel comportamento di alcuni degli operatori coinvolti. E non è possibile che tale scenario non venga chiarito.

Oggi più che mai. Ma c’è un altro piano della storia che è emerso in questi ultimi giorni. Piera Maggio, durante una puntata del programma “Chi l’ha visto?”, ha raccontato un retroscena della vicenda, già riferito all’epoca agli inquirenti, in merito a un presunto atteggiamento morboso, di matrice sessuale, da parte di Anna Corona nei suoi confronti che potrebbe aver alimentato ulteriormente l’odio da parte della ex moglie di Piero Pulizzi verso di lei.

Sotto il profilo generale, tale elemento (ossia il rifiuto di Piera Maggio a tale interesse da parte della Corona), a mio avviso potrebbe rappresentare un coefficiente di rancore da non trascurare
nella lettura generale della vicenda. Tale presunto interesse potrebbe aver posto Piera in una veste simbolica ancora più importante e controversa. Per essere più chiari, il passaggio potrebbe essere il seguente: «Tu hai tolto una cosa a me, addirittura mi hai rifiutato, ed è giusto che tu paghi nella maniera più dolorosa possibile».

Chi è Piera Maggio, madre di Denise Pipitone: età, matrimonio, data di nascita, con chi è sposata e figli

Piera Maggio nasce in Sicilia, precisamente a Mazara del Vallo nel 1971, ha 50 anni. Attualmente della sua vita privata non abbiamo molte notizie, Piera nonostante la disgrazia che gli è accaduta, è una donna molto riservata.

Possiamo dire di esser una donna di bella presenza, con capelli a caschetto con occhi color nocciola. Un carattere decisamente forte e determinato, questi sono dei pregi che tanti italiani gli attribuiscono. La donna è una casalinga, ma nel 2004 frequenta un corso di informatica, per questo non è in casa quando la figlia scompare.

Della sua vita privata sappiamo che era sposata, l’ex marito di Piera Maggio è Toni Pipitone, muratore che lavora in Germania. I due hanno un figlio, Kevin, nato nel 1993.

In seguito la donna conosce Pietro Pulizzi, anch’egli già sposato con due figlie. Si innamorano, lasciano i rispettivi partner e dalla loro unione nasce Denise. Convolano a nozze a Settembre 2018.

Instagram e Facebook di Piera Maggio sono attivissimi. Su entrambi i social la donna conduce una battaglia imperterrita di ricerca, pubblicando quotidianamente non solo frasi di speranza e preghiera, ma anche numeri di gruppi di ricerca. Tutto ciò che può essere utile ai fini del ritrovamento della figlia.

L’INGANNO DELLA CASA

Un mese dopo la scomparsa di Denise avvenne forse il più importante e credibile tra gli avvistamenti. Una guardia giurata, Felice Grieco, vide a Milano una bimba somigliante a Denise in compagnia di un gruppo di rom.

Chiamò la polizia che non arrivò in tempo per identificare la bambina. Dice ancora oggi l’uomo: «Purtroppo sono 17 anni che vivo con il rimorso di non aver agito d’impulso. In questi giorni, in cui si è tornato a parlare del caso, sul web sono stato attaccato da molte persone per questa cosa. Tutti dicono che avrei dovuto prenderla e portarla via. Purtroppo non potevo fare niente».

Felice Grieco ai tempi cercò di trattenere il più possibile la bimba portandola in una rosticceria, in attesa dell’arrivo degli agenti che però giunsero troppo tardi. Quella bambina avvistata a Milano era Denise? Una donna si rivolse a lei chiamandola “Danase”. In ogni caso non fu mai più ritrovata. La speranza per Piera Maggio però è viva. È convinta che sua figlia sia viva e che potrebbe essere in qualunque parte del mondo. Per questo le condivisioni della sua foto sui social e la traduzione del messaggio “cerchiamo Denise” in più lingue l’ ha fatta commuovere. Lei spera così di poter arrivare a sua figlia.

Non sono, naturalmente, mancati gli scherzi di cattivo gusto, come un profilo di Denise su Instagram, ovviamente falso, in cui qualcuno si presenta come “la vera Denise”, con l’ultima foto realizzata dai Ris con una tecnica che invecchia le fotografie. L’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, sta in queste ore chiedendo ai personaggi famosi e a quelli più popolari sui social di condividere la foto di Denise per aiutare la famiglia nelle ricerche. Tra le persone contattate anche Chiara Ferragni e Fedez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *