Schianto in moto, Vincenzo perde la vita a 31 anni. Morto anche un operaio intervenuto per i soccorsi, ci sono anche feriti

Si chiamava Vincenzo Novi, aveva 31 anni e abitava a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, in Campania, la vittima dell’incidente stradale avvenuto domenica 21 febbraio in autostrada sulla A3 Napoli – Pompei -.Salerno, direzione Napoli, ai caselli di Torre del Greco – Portici/Ercolano.

La moto del centauro napoletano si è schiantata contro un’auto e per lui, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Sul posto è giunto personale con mezzi di soccorso. Ma mentre si procedeva alle operazioni, una vettura ha centrato il carro attrezzi investendo un operaio autostradale, che è morto sul colpo, e la donna coinvolta nell’incidente. In condizioni molto gravi è la donna che guidava la vettura, la 40enne è stata trasportata d’urgenza e ricoverata in codice rosso. L’operaio deceduto era un 59enne che lavorava per una ditta di Portici.

Due quindi i morti e altre due persone ferite dopo i due incidenti avvenuto nel giro di poco tempo l’uno dall’atro. Sul posto è intervenuta anche Polizia Stradale di Angri e le Forze dell’ordine per i rilievi del caso. La viabilità è stata rallentata per permettere ai soccorsi e agli operatori dell’Anas di sgomberare la strada dai rottami e permettere alla polizia stradale di effettuare i rilievi di rito. (Continua a leggere dopo la foto)

Tanti i messaggi per ricordare Vincenzo, come quella di Dario: “Due giorni fa sei passato da me a farmi vedere la nuova moto e a registrare la frizione… Ti ho fatto gli auguri ed eravamo rimasti che presto avremmo organizzato una giornata di pista insieme e quando sei andato via, come ad ogni amico cliente, ti ho detto “và chian”…oggi la triste notizia. la strada non perdona e purtroppo non possiamo mai prevedere ciò che il destino ci riserva… Mi dispiace tanto fratello…R.i.p“.

 

“Non ci sono parole o frasi che possano renderti giustizia, mancheranno le risate che mi facevi fare, la tua battuta sempre pronta , le nostre gare amichevoli in costiera dove dopo ci prendevamo in giro l’uno con l’altro , quando dopo i nostri giri mi chiedevi sempre se ero riuscito a farti qualche bel video e foto in piega. Non ti ho conosciuto abbastanza , ma quel poco è stato abbastanza. Voglio ricordarti così , buon viaggio Vincenzo Novi”, scrive Pierluigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *