Silvia Toffanin e Pier Silvio Berlusconi sul lago a Portofino con i figli a fare sport

Ci sono regali che sono speciali perché portano con sé più storie: quella dell’oggetto stesso e quella di chi decide di ridare vita a quell’oggetto per portare avanti una tradizione e una passione. Regali che raccontano un rapporto fra padre e figlio, un legame fatto di insegnamenti, di passioni condivise, di amore per la natura e per il mare.

Pier Silvio Berlusconi è un uomo riservato, ma, dai pochi gesti che vediamo, si capisce che è un sentimentale. Per festeggiare gli 11 anni di suo figlio, Lorenzo Mattia, ha pensato di fargli un dono che non ha prezzo: una piccola barca a remi con una storia che coinvolge personaggi del Borgo molto cari a Pier Silvio.

Dopo una lunga ricerca l’ex sindaco di Portofino, Giorgio Devoto, detto II Tigre, ha trovato una lancia ligure vecchia di 50 anni adatta a Lorenzo Mattia che, però, andava completamente restaurata. E Giacomo Viacava, padre dell’attuale sindaco della perla del Tigullio, Matteo, legato a Pier Silvio da stima e amicizia, non se l’è fatto dire due volte. Gran maestro d’ascia, una figura a metà fra l’artigiano e l’artista, capace di costruire i tipici gozzi, ha ridato vita a un sogno.

Un regalo pensato, seguito passo a passo, fatto con il cuore e, come sempre, rendendo omaggio a una terra che Pier Silvio e la sua famiglia amano. Il “varo” è avvenuto proprio il giorno del compleanno di Lorenzo Mattia, il 10 giugno, in una caletta vicina all’abitazione di famiglia.

La barca è arrivata coperta da un enorme telo blu, ed è stata “svelata” poco alla volta, sotto gli occhi sorpresi di Lorenzo Mattia e quelli inteneriti dei genitori – Silvia Toffanin immortalava il momento con il telefonino – poi è stata adagiata in mare per il giro inaugurale: ai remi Lorenzo Mattia, passeggeri suo papà e sua sorella, Sofia Valentina. Pier Silvio sorrideva, pronto ad aiutarlo, mentre il piccolo faceva forza sulle braccia.

Poi la famiglia si è dedicata a un’ altra passione, quella per il sup, lo stand up paddle, una tavola simile a quelle usate per il surf, ma su cui si pagaia in equilibrio. Anche qui, Pier Silvio si è avvicinato a questo sport partendo da tavole abbastanza semplici, fino ad arrivare, poco alla volta, a tavole di livello, adesso siamo vicini al professionismo.

Anche Lorenzo Mattia e Silvia Toffanin si sono avvicinati a questo sport che è completo per i muscoli del corpo e permette di esplorare il mare da un nuovo punto di vista. Sofia Valentina, per il momento, si limita a farsi portare dal padre.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *