News

Timbra il biglietto in ritardo, il controllore la aggredisce: «Nel vostro Paese vi tagliano le mani»

Stanno facendo il giro del web le immagini di un controllore che si arrabbia con una signora di colore su un bus di linea a Lecco. Due dei passeggeri hanno filmato l’accaduto e ne ha postato le immagini su Facebook: la donna aveva avuto la colpa di obliterare il suo biglietto solo dopo che il controllore era salito a bordo, secondo quest’ultimo.

L’uomo, dipendente di una società esterna alle Linee Lecco, si rivolge alla signora con un tono decisamente aggressivo: «Vuoi fare la furba – le dice – solo in Italia fate queste cose, vi comportate male in Italia. La particolarità è che lì quando sbagliate vi tagliano le mani, qua invece ne approfittate. Avete trovato l’America in Italia». Lei cerca di ribattere, qualcuno degli altri passeggeri cerca di intervenire, ma il video si interrompe.

La condanna del sindaco e dell’azienda

L’episodio è stato condannato sia dall’azienda di trasporti di Lecco che dal sindaco, Mauro Gattinoni, che ha parlato privatamente con lei. «Nessuna infrazione può giustificare una simile condotta da parte di chi è assunto dal servizio pubblico per garantire rispetto e sicurezza», le parole del sindaco. L’azienda in una nota si è scusata sia con la signora che con la città di Lecco, specificando appunto che il controllore è un dipendente di una società esterna e rendendo noto di aver subito inoltrato una richiesta di chiarimento alla società che fornisce il servizio dei vigilantes, la Civis di Milano. L’azienda ha anche chiesto che il controllore non venga più mandato a svolgere servizio a Lecco e che vengano presi tutti i provvedimenti disciplinari del caso.

La scena in due video sui social

La scena è stata ripresa in due video, frammentari ma registrati da una degli altri passeggeri presenti sul pullman di Linee Lecco. L’episodio sarebbe avvenuto martedì su uno dei pullman della linea 1, all’altezza della fermata di Corso Bergamo, tra i rioni di Maggianico e Chiuso. Nel primo video, come detto, si sente il vigilantes rivolgersi alla donna con le frasi già citate. Nel secondo invece si vede e si sente il controllore intimare alla passeggera di scendere dal pullman, con il braccio teso a indicare la porta posteriore del pullman, in quanto ritiene che la donna sia sprovvista di biglietto. «Scenda giù ho detto. Scenda, scenda». Una voce di un secondo controllore, che non si vede nelle immagini, dice: «Questo ragazzo ha visto la signora timbrare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *