Alberto Matano racconta come è nato l’amore con Riccardo Mannino: “Ho fatto io il primo passo”

16

Quando Alberto Matano è tornato sul palco per parlare del suo matrimonio con Riccardo Mannino, ha raccontato come è nata la loro relazione e poi ha descritto gli affetti che li hanno travolti, osservando: “La gente si è interessata alla nostra vita quotidiana”.

Il conduttore de La vita in diretta, che tornerà in trasmissione il 12 settembre, si è raccontato a “Facciamo finta che” di R101, condotto da Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri: Alberto Matano è tornato a parlare della sua relazione con Riccardo Mannino.

“È la prima volta che ne parlo pubblicamente dopo il matrimonio; io devo davvero ringraziare il mio pubblico, ma tutte le persone che ci fermano per strada e ci fanno gli auguri. È davvero un’onda inaspettata di amore”.

Alberto Matano ha detto di essere stato sopraffatto dall’empatia dimostrata nei suoi confronti, ma che la gente sembrava accettare il suo comportamento e la sua vicinanza a Riccardo Mannino.

“Sono rimasto molto colpito perché noi non abbiamo fatto proclami, è stato tutto molto normale e in questa normalità le persone si sono ritrovate e questo mi fa piacere. Io credo che la società sia molto più avanti di quello che noi pensiamo”.

Il giornalista Alberto Matano ha rivelato come si è sviluppata questa relazione. Dopo una serie di incontri casuali, Matano ha deciso di prendere l’iniziativa e di avvicinarsi all’avvocato del caso:

“Una delle cose magiche della vita sono senz’altro gli incontri, il fatto che ci si riconosca in qualsiasi circostanza. Io ho visto Riccardo una sera in un ristorante, una persona al tavolo con me lo conosceva e poi ci siamo rincontrati varie volte, a un certo punto ci siamo rivisti la terza volta e io ho detto: ‘Adesso gli parlo’. Il primo passo l’ho fatto io, poi quando ci siamo conosciuti eravamo entrambi impegnati quindi ci sono stati dei mesi di passaggio e poi dopo un anno ci siamo messi insieme”.

Infine, è arrivata la proposta di matrimonio, sollecitata dall’amica Mara Venier: “Una volta a cena ci ha chiesto: ‘Ma quand’è che vi decidete?’ e io ho risposto: ‘Beh, adesso faccio cinquant’anni, poi riprendo il programma, magari più in là’, invece poi Riccardo ha preso il telefono in mano e ha detto: ‘Ma no, facciamolo adesso, prima dell’estate’, quindi in un mese abbiamo organizzato tutto”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.