Alessia Logli, 21 anni. La figlia di Antonio Logli e Roberta Ragusa si è trasferita a Milano per fare la modella


«Tra gennaio e febbraio chiederemo la revisione del processo», conferma Anna Vagli, «abbiamo una persona che smentisce il principale accusatore di Logli e che ha già messo nero su bianco quello che ha saputo: la testimonianza che è stata decisiva per la condanna di Logli era totalmente inventata per ottenere alcuni favori».

Il principale accusatore si chiama Loris Gozi, è un giovane giostraio con precedenti penali per droga e furto. È stato lui a raccontare di aver visto Logli costringere una donna, probabilmente la moglie, a entrare nella sua auto e poi allontanarsi ad alta velocità. «E invece il nostro testimone, in carcere, ha avuto dal giostraio una rivelazione fondamentale», continua Anna Vagli, «Gozi gli ha confessato d’essersi inventato tutto perché, dopo una condanna per il furto di un computer, sperava di avere qualche beneficio di legge».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *