Andrea Covelli preso con forza e ucciso, su Tiktok i video contro il “clan spazzatura” di Pianura

29

Un account è stato creato contro il clan Calone-Marsicano dopo il ritrovamento del corpo di Andrea Covelli, rapito e ucciso a Pianura; i video sono diventati subito virali.

Si pensa che i criminali Calone e Marsicano siano collegati a queste foto. Le immagini sono sovrapposte alle parole:

“Il clan spazzatura di Pianura”, “a breve le chiavi di cioccolata”, “come è brutto quel chiattone confidente”, “faccia verde, drogato tossico”.

L’account “Poveriavoi”, che ha pubblicato sette video durante la notte, è stato impostato come privato alle 15:30 e poi cancellato, ottenendo quasi 60.000 visualizzazioni. Il contatore ha continuato a salire a ogni aggiornamento della pagina fino alle 15:30, quando l’account è stato impostato come privato e i sette video sono stati cancellati. Nella tarda serata di martedì si è scoperto che Andrea Covelli, il 27enne scomparso, era morto e nella tarda serata di martedì “Poveriavoi” è apparso su Tik Tok.

Il profilo TikTok contro i Calone-Marsicano di Pianura

Il profilo è rimasto attivo solo per circa 15 ore, ma ha raccolto migliaia di visualizzazioni. I post sono piaciuti a poche decine di persone, ma sarebbero circolati anche su WhatsApp. Quelli che appaiono nei video sono personaggi noti nel quartiere, che sarebbero vicini alla famiglia Calone-Marsicano, e i Carillo-Perfetto si oppongono. Cacciamo questi morti di fame da Pianura, si legge nella descrizione.

In un altro video viene menzionata una roccaforte di Calone-Marsicano, nota come Via Comunale Napoli. I familiari di Covelli hanno raccontato agli investigatori che le persone lo avevano picchiato perché non volevano che andasse in quella strada. La “chiave di cioccolato” si riferisce a una serratura che non potrà mai più essere aperta, a significare una condanna all’ergastolo dopo aver trascorso una vita dietro le sbarre, come è accaduto a lui.

Non perdere gli aggiornamenti su questo argomento!

Seguici su Google News: vai su questa pagina e clicca sul bottone con la “stellina”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.