Carlotta Bertotti: chi è la giovane influencer e modella “Mi vergognavo del mio viso, ora poso per Vogue”

Carlotta Bertotti è una nota modella e anche influencer la quale per tanti anni purtroppo ha dovuto lottare contro alcune insicurezze legate al problema estetico e salute. Pare che la giovane donna abbia dei problemi legati al Nevo di Ota che occupa gran parte del suo viso. La sua storia sicuramente non vale la pena di essere ascoltata e la giovane Carlotta si è fatta portatrice di un messaggio di body positivity.

Carlotta Bertotti chi è

È una giovane modella, influencer nata con un Nevo di Ota ovvero una alterazione di natura benigna della pigmentazione della cute e delle strutture oculari e peri oculari. Una volta cresciuta ha dovuto fare i conti con questa macchina che occupa gran parte del suo viso e che sicuramente le ha causato tanto imbarazzo soprattutto durante l’adolescenza.

“Da piccola mi vedevo come un fenomeno da baraccone e pensare di lavorare nella moda mi sembrava surreale. Quando sono nata avevo solo un puntino in un occhio. Mia madre mi portò dallo specialista e inizialmente si parlava di una malattia asiatica e di un trauma da parto. Poi, complici i progressi della medicina, si è capito che si trattava di un nevo di Ota”. Questo nello specifico quanto dichiarato dalla giovane influencer nel corso di una intervista che ha rilasciato un po’ di tempo fa nel programma I Fatti Vostri su Rai 2.

Il racconto di Carlotta

Stando a quanto raccontato dalla stessa Carlotta pare che ad 8 anni la macchia avrebbe iniziato ad allargarsi e questo avrebbe provocato ancora più vergogna in lei.“Ogni mattina, prima di andare a scuola, mi truccavo per due ore, poi ripetevo il trucco più volte durante la giornata per non affrontare gli sguardi e le domande delle persone. Avevo fatto addirittura arrivare una lente a contatto dall’America, che mi faceva nascondere in maniera integrale il tutto alle persone. Nessuno lo sapeva, solo i miei cari.

Volevo creare un castello attorno a me. Era un qualcosa di così intimo e doloroso che anche soltanto dire ‘è una macchia’ risultava difficile. Avevo addirittura paura di stringere relazioni sociali con amiche o ipotetici fidanzati”. Ha dovuto sicuramente fare i conti con alcuni problemi da piccolina e pare che proprio per la vergogna non prendesse mai parte a gite scolastiche ed anche il suo primo bagno al mare pare che sia arrivato soltanto dopo aver compiuto 18 anni.

Il primo approccio sui social

Carlotta ha raccontato come e quando si è mostrata sui social per la prima volta.Feci il mio primo set fotografico senza trucco da un amico e postai una didascalia sotto la foto online, nella quale dicevo di volermi mostrare per come ero e di non voler dare spiegazioni. Chiusi i social per tre giorni e poco alla volta decisi di affrontare le domande. Fortunatamente non ho haters. Ho persone che si confidano totalmente e raccontano la loro storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.