Chi è Rita De Crescenzo: Tik Tok, Età, figli, storia, video, figlio, carcere, Instagram

40

Rita de Crescenzo: la star di Tik Tok, l’età, il video, i figli, Jennifer Lopez, il lavoro, la storia, il carcere

Rita De Crescenzo, una delle star più popolari di Tik Tok, ha spopolato sui social media recentemente grazie ai suoi video. Ma chi è esattamente? Scopriamolo! Rita De Crescenzo vanta oggi quasi un milione di follower su TikTok: ma come è diventata famosa? Uno dei suoi primi video, in cui discuteva con i vigili urbani che l’avevano fermato perché non aveva la patente, è diventato virale.

Rita De Crescenzo età: quanti anni ha? Lavoro, figli, la sua storia, carcere, Instagram

Rita De Crescenzo, approdata su TikTok da adulta, oggi ha 44 anni. Vive nel Pallonetto di Santa Lucia, un quartiere vicino al lungomare di Napoli. Ha un marito e due figli. Oltre la fama della donna dipenda principalmente dai video e dai balli postati sul web, la storia di Rita De Crescenzo è caratterizzata da una realtà molto diversa. Il suo nome è ben noto alle cronache giudiziarie: La tiktoker ha trascorso un periodo in carcere con l’accusa di spaccio di droga, oltre ad altre vicende giudiziarie legate agli ormeggi illegali.

Rita De Crescenzo, a cui il 30 luglio scorso i servizi sociali hanno tolto il figlio Checco, di 14 anni, per trasferirlo in una comunità della zona di Battipaglia, ha condiviso con i suoi follower una sua grande decisione: il figlio è scappato pochi giorni dopo l’arrivo nella nuova struttura. Nei video successivi, la donna ha detto di aver ricevuto una telefonata dal figlio che le diceva che stava bene. Ma molte persone erano preoccupate per la sua sicurezza. La donna ha spiegato che, nel cercare il figlio, le persone a lei vicine hanno fatto quello che avrebbe fatto qualsiasi madre: “Cosa dovevo fare?”, si è chiesta. Per il momento il figlio rimane lontano dalla comunità e da casa, ma la mamma dice di aver avuto sue notizie e che sta bene.

Rita De Crescenzo ha già condiviso con i suoi follower il grande dolore per l’affidamento del figlio a una comunità. “Mio figlio era nelle mani dei servizi sociali perché non andava a scuola e perché io tempo fa ho fatto delle cose assurde, sapete, sono stata rinchiusa in manicomi, carceri, e per questo eravamo nelle mani dei servizi sociali”, ha spiegato. “Ho sottovalutato la situazione, ho sbagliato, ho sbagliato molto. Ma sai che intorno a me, con la mia ignoranza, nessuno mi ha portato mai sulla strada giusta. Devo ancora guarire perfettamente, sono ancora un vaso rotto, devo perfezionarmi lentamente. E devo anche affrontare questa situazione. Checco non è andato a scuola; mi ha fatto passare di tutto e di più”.

Nei primi giorni, la madre si è rattristata per la lontananza del figlio, ma era tranquilla che fosse in buone mani. “Checco c’è sta bene”, ha detto in un video. “Ci chiama, ci tiene informati su tutto quello che sta facendo”. Aveva anche parlato del rammarico che le colpe della madre ricadessero sul figlio: “In passato ho commesso molti errori, ora mio figlio ne paga le conseguenze. Pensavo che gli assistenti sociali visto che la mia vita era cambiata”.

Con passare delle ore, però, cominciarono a crescere la nostalgia e il passare per quanto era accaduto. “Vi chiedo di aiutarmi”, disse. “C’è un grande sovraccarico su di me. Mio figlio ha 14 anni, ha problemi di cuore; per un ragazzo di terza media non era possibile fare tutto questo”. A causa dei problemi del marito, il ragazzo si è messo in mezzo. “Sei con me se organizzo una grande manifestazione?”. Poi è in una situazione: “Mio figlio una brutta situazione, non socializza con nessuno”. Era nascosto da solo in montagna, al buio, senza aria condizionata e senza televisione in camera; non stava affatto bene. “Sta cominciando ad avere disturbi psicologici. Aiutatemi”. Non è chiaro se poi sia successo qualcosa.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.