Condannato per pedofilia colpisce con un’ascia il padre della bambina abusata, l’uomo è in ospedale

30

Un uomo di 65 anni è stato condannato per aver abusato della figlia di un uomo con cui aveva litigato ed è stato condannato a otto anni di carcere. L’uomo è stato colpito con una roncola ed è ora in ospedale.

Un uomo di 65 anni di nome Antonio Serra ha portato una roncola (una roncola è un attrezzo agricolo con una lama metallica a forma di uncino, ndr) al genero di 49 anni a Siniscola, un paese in provincia di Nuoro in Sardegna, a seguito di una lite “familiare”.

L’uomo più anziano era stato giudicato colpevole di pedofilia pochi mesi prima e incarcerato per otto anni, causando così una lite “familiare”. Purtroppo il giovane ha riportato gravi ferite alla testa durante la lite e, secondo quanto riportato, è attualmente ricoverato in ospedale.

La lunga disputa tra i due uomini, conclusasi mesi fa con la condanna a otto anni di carcere del 65enne, è stata accusata di aver abusato sessualmente della figlia 49enne dell’uomo quando era bambina nel 2018.

L’uomo, che era diventato il nuovo coniuge della nonna e viveva con i suoi genitori, avrebbe molestato la bambina quando era piccola. In seguito, la bambina ha confessato di essere stata abusata dal 60enne, che è stato poi accusato di pedofilia a seguito di un’indagine.

Dopo aver appreso degli orribili crimini avvenuti in casa sua, un padre di 49 anni che si era trasferito in seguito alle aggressioni è tornato a casa sua per raccogliere alcuni oggetti personali. Si è subito trovato di fronte l’uomo, con cui ha avuto un lungo e tortuoso processo, che era infuriato. A seguito di una lunga e approfondita dinamica, l’uomo era armato e ha immediatamente colpito il “genero”, ferendolo così gravemente che è stato immediatamente ricoverato in ospedale. L’uomo è stato fermato per tentato omicidio ed è ora indagato dalla polizia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.