È stato ritrovato il corpo di Alessandro Redaelli, annegato sotto gli occhi di moglie e figli

43

Il corpo di Alessandro Redaelli è stato ritrovato da una barca di passaggio nel basso lago di Desenzano, in provincia di Brescia. L’uomo era scomparso una settimana fa mentre era in barca sul lago di Garda con la moglie ei figli. Si era immerso e non era più riemerso. Redaelli, originario di Lecco, si trova ora in porto.

Dopo il tuffo non è più riemerso

Domenica 17 luglio, intorno alle 15.30, Redaelli si è tuffato nel lago di Rovoltella. La moglie Sabrina ha riferito di sposarsi accorta che il marito era in difficoltà e poi è scomparso. I soccorritori sono arrivati ​​rapidamente e hanno iniziato a cercarlo, ma era già troppo tardi: un’ora dopo è stato ritrovato il suo corpo. L’annegamento è ancora in corso di accertamento; si stanno valutando diverse ipotesi, tra cui quella che Redaelli soffrisse di un problema di salute che lo abbia fatto annegare.

I sommozzatori stanno cercando da giorni e finora non hanno trovato nulla. Ciò non sorprende, dato che il punto in cui Alexander si è immerso è spesso interessato da correnti molto forti.

Chi era Alessandro Redaelli

La scomparsa di Alessandro ha sconvolto la comunità di Peschiera del Garda e Lecco, dove era nato. Il 41enne che vive lì da anni e lavorava come responsabile della produzione per diverse aziende. Aveva appena pubblicato sul suo profilo Facebook alcune foto che lo ritraevano insieme a Sabrina e ai loro figli, di 5 e 6 anni. Tra le passioni di Alessandro c’erano la musica e le gite in barca con la famiglia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.