Fecondazione assistita in Italia si potrà chiedere fino a 46 anni


Secondo la presidente della Commissione regionale Pari Opportunità Eleonora Mattia, la Regione Lazio alzerà il limite di età per la fecondazione assistita eterologa da 44 a 46 anni per venire incontro al desiderio delle donne di diventare madri. Oltre ad aderire alle linee guida nazionali e alle indicazioni dei nuovi Lea in materia, questa modifica tutela i diritti delle donne e il loro desiderio di maternità tenendo conto del fatto che la vita è sempre più procrastinatrice di figli, con il risultato che a volte i figli arrivano biologicamente tardi.

Arianna Pacchiarotti, direttrice del Centro per la Procreazione Medicalmente Assistita (Pma) del San Filippo Neri, afferma che il nuovo regolamento aiuterà a prevenire lo sfruttamento di donne e famiglie. È un segno di rispetto della libera scelta e della consapevolezza, perché pone fine a “inaccettabili viaggi fuori regione o in strutture private”, secondo Pacchiarotti. Le donne che devono aspettare sempre più a lungo per avere il primo figlio sono state gravate dalla precedente soglia di 43 anni di Pma, che ora è stata abolita.

Il processo di fecondazione avviene attraverso la fecondazione assistita, in cui un ovocita viene fecondato e nasce un embrione. Nel linguaggio corrente questa procedura viene spesso confusa con la procreazione medicalmente assistita (PMA). Non è corretto confondere le due idee dal punto di vista medico, anche se spesso vengono confuse in ambito medico. La fecondazione assistita è una tecnica di PMA, mentre la procreazione assistita si riferisce a tutti i trattamenti ormonali, chirurgici e farmacologici finalizzati al concepimento.

La fecondazione assistita può essere di 2 tipi:

  • fecondazione in vitro, a cui appartengono la FIVET, la ICSI e la TESE (o recupero chirurgico degli spermatozoi);
  • fecondazione intracorporea, a cui appartiene l’inseminazione intrauterina (IUI).

Vuoi saperne di più sui trattamenti di PMA effettuati nei centri Biogenesi? Richiedi maggiori informazioni o contatta subito Biogenesi e richiedi un appuntamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *