Gina Lollobrigida sta bene ed è tornata a casa


Gina Lollobrigida sta bene. L’attrice 95enne, che aveva subito la rottura scomposta del femore dopo una caduta in casa, è stata operata nell’ospedale romano Sant’Eugenio. Vista l’età avanzata e i problemi cardiaci della diva, i fan erano andati in allarme temendo per la sua vita. Invece l’intervento, avvenuto in anestesia locale, ha avuto esito positivo. Già la sera prima, il suo legale Antonio Ingroia, aveva fatto sapere che l’attrice era serena e aspettava di entrare in sala operatoria guardando un film.

Anche quattro anni fa, Gina aveva avuto un incidente simile e si era ripresa. D’altra parte, alla “Lollo” la tempra non manca. Qualche settimana fa, in vista delle prossime elezioni politiche, aveva annunciato la sua discesa in campo come capolista al collegio uninominale del Senato a Latina per Italia Sovrana e Popolare, la lista promossa dal Partito comunista. Una scelta fatta con il beneplacito del suo avvocato. «Le ho proposto io di candidarsi», ha detto Ingroia. «Nella sua lucidità è sempre stata ambasciatrice dell’Italia nel mondo, della pace». Lei stessa aveva spiegato la sua candidatura così: «Sono stanca delle liti dei politici, bisogna fare qualcosa per gli italiani».

La passione politica non è nuova: già nel 1999, la “bersagliera” si era candidata al Parlamento europeo con i democratici di Romano Prodi, aveva ricevuto diecimila voti ma non era stata eletta. Al di là della politica, però, la sua vita rimane molto attiva. Il 4 luglio, spegnendo 95 candeline, Gina – che dopo l’epoca d’oro del cinema negli anni Cinquanta e Sessanta si è dedicata all’arte e alla fotografia – aveva annunciato di essere al lavoro a un libro di disegni. Secondo fonti vicine alla grande attrice, a sostenerla in ospedale durante l’intervento era presente Andrea Piazzolla, il suo ex assistente e factotum, che dovrà affrontare un terzo processo per circonvenzione di incapace.

Sono anni infatti, che tra Piazzolla e la famiglia di Gina Lollobrigida – soprattutto il figlio Andrea Milko Skofic – è in corso una battaglia legale per la gestione dell’ingente patrimonio della diva (si parla di 215 milioni di dollari). Dal 2021 è seguita da un altro amministratore, ma Piazzola rimane comunque una figura di riferimento. D’altra parte Lollobrigida ha sempre difeso l’ex braccio destro – che considera come un figlio e ha ospitato pure nella sua villa sull’Appia Antica – dalle accuse di averle sottratto denaro. «Quando uscirà una legge che proibirà agli anziani di vivere la propria vita come vogliono, allora si potrà parlare di reato», ha detto. «A oggi questa legge non esiste e vivere come voglio è un mio diritto. Al contrario, un figlio che non si è mai occupato della propria madre è giusto che denunci chi lo sta facendo al suo posto?».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.