Il caldo estremo fa eiaculare le api fino alla morte: espellono l’endofallo in modo “esplosivo”

27

Una moria di api causata da stress da caldo in Canada è stata attribuita alle api maschio che hanno avuto convulsioni ed espulso l’endofallo fino alla morte.

I maschi di ape domestica (Apis mellifera) esposti al calore estremo spirano in modo raccapricciante, eiaculando ed espellendo il grande endofallo, grande quanto l’intero addome. Le api morte, che sembrano “esplose”, in realtà non lo sono. A 42 gradi C, circa il 50% dei fuchi muore entro sei ore in una colonia. Il contributo di questi preziosi insetti all’equilibrio ecologico e all’impollinazione, sia di piante importanti dal punto di vista commerciale che di piante selvatiche, è fondamentale. Per mantenere l’equilibrio ecologico è necessario che svolgano un ruolo chiave. In Canada, il contributo economico annuale è stimato tra i 4 e i 5,5 miliardi di dollari.

La professoressa Alison McAfee, esperta di imenotteri dell’Università della British Columbia (Canada), ha descritto l’orribile morte di api maschio in una cupola di calore che ha ucciso centinaia di api maschio ad Armstrong. La professoressa McAfee ha ricevuto le immagini dei fuchi morti dopo aver studiato le api regine nel 201.B. Le sono state inviate le foto di molti fuchi morti da un apicoltore del Nord America tra giugno e luglio del 2021. Le temperature soffocanti (che hanno raggiunto i 46,6° C in un villaggio, un record canadese) hanno causato la morte per surriscaldamento di oltre un miliardo di creature marine (una nuova teoria). Molti piccoli uccelli hanno dovuto saltare dai nidi per evitare di morire di surriscaldamento. Le foto e i video grafici di Emily Huxter hanno contribuito a trasmettere l’impatto degli insetti. Il professor McAfee ha contattato altri apicoltori della British Columbia e ha scoperto che i fuchi morivano in gran numero a causa dello stress da calore.

Gli scienziati che studiano l’impatto dei fuchi sulle api hanno detto che gli insetti muoiono per lo shock ed eiaculano spontaneamente. “È una situazione piuttosto estrema”, ha detto l’entomologo. I ricercatori hanno capito che gli alveari mantengono una temperatura interna costante di circa 35 gradi Celsius, ma quando si verificano ondate di calore estremo, la temperatura sale e le api muoiono.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.