La storia di Vladimir Putin chi è: età, moglie, compagna, figli, Russia, presidente, guerra

Vladimir Putin, l’uomo che governa la Russia da presidente, con due interruzioni in cui ha ricoperto la carica di primo ministro, oggi è descritto come un uomo solo e sempre più sospettoso, chiuso in sé stesso, convinto di non potersi fidare di nessuno.

Le riprese delle ultime riunioni tra lui e i suoi stretti collaboratori, che ha voluto far trasmettere, hanno dato l’immagine di un capo che tiene a distanza chiunque, circondato da funzionari di nessun rilievo, balbettanti e impauriti. È difficile capire quale sia l’obiettivo finale della guerra d’aggressione che Putin ha scatenato contro l’Ucraina. Qualche osservatore ipotizza che, sentendo vacillare il proprio potere, stia tentando di unire attorno a sé tutti i russi.

E che ai confini con la Russia ci sia un Paese che ha scelto – seppure con molte traversie – la democrazia e l’occidente, lo riempie di paure. Il suo piano non sembra funzionare. L’Ucraina resiste e, pure se ancora in minoranza, molti giovani scendono in piazza a manifestare per chiedere la fine dell’aggressione.

Ci vuole coraggio a protestare contro Putin, in Russia. Da tempo tanti analisti internazionali avvertivano: Putin vuole ricostruire la Grande Russia, non si fermerà di fronte a nulla. Eppure c’era chi, come Silvio Berlusconi, lo definiva «generoso, dall’animo sensibile e profondo, attento alle esigenze di tutti, democratico, liberale, il miglior leader al mondo».

E Matteo Salvini una volta spiegava convinto che era «meglio un Putin di dieci Mattarella». Putin, oggi 69enne, ha servito per 16 anni il KGB, i potenti e feroci servizi segreti dell’Unione sovietica.

Si è dimesso nel 1991 e ha iniziato a fare politica all’ombra di Boris Eltsin sostituendolo poi alla presidenza nel 1999. Da allora, lo zar, com’è chiamato, ha fatto crescere attorno a sé un potente culto della personalità: Putin a cavallo a torso nudo, nell’acqua ghiacciata, cacciatore, in divisa da poliziotto, pilota di caccia, ammiraglio, cintura nera di judo (lo è davvero, ma quanto sia realmente capace nessuno lo ha mai testimoniato).

In 22 anni si è anche arricchito. Un’inchiesta dell’organizzazione non-profit Occrp e del periodico Novaja Gazeta ha scritto che avrebbe messo da parte ricchezze pari a 24 miliardi di dollari. Bill Browder, ex amministratore delegato dell’Hermitage Capital Management (fondo d’investimento specializzato nel mercato russo) ha dichiarato che in realtà avrebbe un patrimonio stimabile in 200 miliardi di dollari. Lo zar s’è fatto costruire un palazzo di 14 mila metri quadri sulle rive del Mar Nero.

I possedimenti attorno alla villa sarebbero grandi 39 volte il principato di Monaco. Lì vive la sua attuale compagna, l’ex ginnasta Alina Kabaeva che gli ha dato due figli, Dimitry (2009) e una bimba nata nel 2012 della quale non si conosce neppure il nome.

Le altre due figlie, avute dalla moglie Ljudmila, sono grandi. Maria e Katerina hanno cambiato il cognome, lavorano entrambe in importanti aziende di Stato. La stampa russa però non ne parla mai. Non molto tempo fa hanno partecipato a un forum economico a San Pietroburgo, accreditate con i loro nuovi nomi, Maria Vorontsova e Katerina Tikhonova. Quando hanno preso la parola in sala non si è sentito nemmeno un fruscio.

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.