Poliziotto stermina la famiglia, uccide due ragazzi e poi si suicida: l’orrore in Brasile

22

Strage nello Stato del Paranà. Labiano Júnior Garcia, 37 anni, ha assassinato moglie, tre figli, madre, fratello e due passanti, prima di togliersi la vita.

Un agente di polizia militare armato ha ucciso sei membri della sua famiglia, tra cui tre bambini e un adolescente, nelle città di Toledo e Céu Azul, nella regione occidentale del Paraná, il 14 luglio 2019. La Polizia civile e la Polizia militare (PM) hanno entrambe confermato l’incidente. L’incidente è stato riportato dalla Polizia civile e dalla Polizia militare (PM).

Un ufficiale del 19° battaglione della polizia militare di Toledo si sarebbe suicidato. Secondo quanto riportato, Fabiano Júnior Garcia, 37 anni, ha posto fine alla sua vita. Avrebbe ucciso la moglie e il figlio, poi si sarebbe trasferito nella vicina città di Ceu Azul dove ha ucciso altri due bambini che vivevano con la nonna materna. Il PM ha dichiarato che l’agente ha lavorato normalmente giovedì sera e ha lasciato il lavoro poco dopo le 19.

La sua furia di omicida è proseguita con l’omicidio della madre, pugnalata a morte. Anche suo fratello è stato ucciso, ma a colpi di arma da fuoco. Poi, secondo la polizia, l’uomo è tornato a Toledo, dove ha ucciso due giovani di 17 e 19 anni che hanno avuto la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato.Alla fine, il poliziotto si è tolto la vita.

Il comandante generale della polizia militare Hudson Leôncio Teixeira ha riferito che l’ufficiale ha comunicato con i membri della famiglia tra gli omicidi, secondo una dichiarazione ufficiale rilasciata questa mattina. La polizia militare si dice “costernata e profondamente dispiaciuta per quanto accaduto a Toledo e Ceu Azul”. Inoltre, la nota della polizia afferma che il poliziotto, che fungeva da autista per il coordinatore dell’unità di polizia, non soffriva di disturbi mentali.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.