Quanti soldi ha Michael Schumacher, la leggenda indiscussa della Formula 1, otto anni dopo il suo ritiro

Michael ha fatto il suo debutto in Formula Uno nel 1991 al Gran Premio del Belgio, e non gli ci è voluto molto per abbagliare il mondo quando nel 1994 ha vinto sei delle sette gare a cui ha preso parte. È uno dei cinque atleti più pagati di tutti i tempi, dietro solo a Jack Nicklaus, Arnold Palmer, Tiger Woods e Michael Jordan.

Nel 2013, poco prima del suo ritiro, Sports Illustrated ha affermato che il pilota guadagnava più di 20 milioni di dollari all’anno correndo per la Mercedes,ma la sua principale fonte di reddito non è stata il suo stipendio, ma proviene dai suoi sponsor. La sua capacità di generare denaro è sbalorditiva, e anche negli anni in cui non ha corso ha guadagnato più di 50 milioni di dollari grazie alle sue sponsorizzazioni. La compagnia petrolifera Shell lo pagava 10 milioni di dollari all’anno solo per indossare un berretto con il logo della compagnia sulle sue apparizioni pubbliche.

Le proprietà e le auto che meglio riassumono l’eredità di Michael Schumacher

Michael e sua moglie Corinna hanno un portafoglio immobiliare molto importante in tutto il mondo. Dall’incidente risiedono in Svizzera, sulle rive del Lago di Ginevra, in una villa che si ipotizza sia costata 35 milioni di dollari per costruire, e che incorpora 40 camere a 2.200 metri2 di spazio abitativo e un garage per 29 veicoli, oltre a un eliporto e un campo da calcio, cinema, pista da bowling, sala trofei … Questa proprietà è stata profondamente riabilitata a seguito del suo incidente per adattarla alle nuove esigenze dello stato del corridoio.

Tra le altre proprietà, Schumacher ha comprato a sua moglie un ranch in Svizzera dove allevano cavalli eccezionali, che è la passione di lei e sua figlia. Molti considerano CS Ranch uno dei ranch più lussuosi del mondo. Nel 2018 hanno acquistato una proprietà per le vacanze a Maiorca per 40 milioni di dollari.

Allo stesso modo, possiede una piccola isola artificiale all’interno di “The World”,un complesso di 300 isole raggruppate in un’area di nove chilometri che dal cielo assomiglia a una mappa del mondo. Situato al largo della costa degli Emirati Arabi Uniti, ha un valore di $ 7 milioni ed è stato il regalo di addio dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum a Schumacher dopo il suo ultimo Gran Premio in Brasile.

Nel 2005, quando correva con la Ferrari, ha acquistato un aereo privato. Un Falcon 2000 EX, di Dassault, con motori Pratt & Whitney, che all’epoca costava circa 26 milioni di dollari,e che mise in vendita nel 2014 dopo aver accettato la nuova realtà imposta dall’incidente.

Sarebbe ampio abbattere la collezione di automobili del tedesco. Basti pensare che è la più eterogenea e comprende modelli come una Fiat 500 Abarth,una Fiat Croma o una Ferrari FXX. La collezione privata di veicoli e oggetti legati alla sua carriera è stata regalata gratuitamente nel 2016 per l’esposizione in quello che sarebbe stato il complesso Motorworld, a Butzweilerhof, molto vicino a Colonia. La Collezione Privata Michael Schumacher è aperta al pubblico dal 2018.

Durante la sua carriera, Schumacher ha donato decine di milioni di dollari per sostenere cause caritatevoli in tutto il mondo, che vanno dalla costruzione di una scuola per bambini svantaggiati a Dakar a un ospedale per bambini devastati dalla guerra a Sarajevo. È uno dei principali donatori della Fondazione Clinton e nel 2004 ha donato 10 milioni di dollari alle vittime dello tsunami del terremoto dell’Oceano Indiano di quell’anno, dove ha perso la sua guardia del corpo e i suoi due figli.

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.