Ricky Martin, il nipote lo accusa di abusi domestici: rischia 50 anni di carcere

18

Un giudice di Miami ha emesso un ordine restrittivo temporaneo nei confronti di Ricky Martin e del marito Jwan Yosef, adducendo come motivazioni la violenza domestica e l’abuso verbale.

Questo è l’ultimo scandalo per il cantante, che ha avuto diverse battaglie legali nel corso degli anni.Il nipote di Ricky Martin ha accusato l’artista di averlo perseguitato. Dennis Yadiel Sanchez, figlio della sorella di Martin, Vanessa, sostiene che la relazione tra i due è durata circa sette mesi ed è terminata a maggio, ma che è stata caratterizzata da molestie e appostamenti.La Corte Suprema dello Stato di New York ha emesso un ordine restrittivo contro il 50enne tre settimane fa. L’accusa, nello specifico, è di maltrattamento domestico. L’identificazione della presunta vittima è opera del fratello del cantante, Eric Martin.

Ricky Martin, che ha combattuto per molti anni contro lo stigma della sua sessualità, sta affrontando un’altra sfida dopo la recente ordinanza di un giudice del New Jersey. La famiglia di Martin è stata recentemente condannata a pagare 2 milioni di dollari a un uomo di 22 anni dopo che questi aveva accusato sua nonna, Dalia Rodriguez-Del Pozo, di aver tentato di sedurlo quando aveva 12 anni. Questo dopo che Ricky aveva fatto coming out come gay nel 2005.

L’isola sudamericana dell’Uruguay ha leggi molto severe in materia di abusi sui minori e, poiché le presunte molestie sono state subite da un membro della famiglia, Martin rischia fino a 50 anni di carcere.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.