Rose e lacrime ai funerali di Giorgia, morta al Foro Italico. La madre: “Mi manchi, torna da me”

29

Si sono svolti oggi a Orte i funerali di Giorgia Anzuini, la giovane donna morta nell’incidente di via del Foro Italico. Lacrime e disperazione all’arrivo del feretro.

Una giovane donna di nome Giorgia Anzuini si trovava in via del Foro Italico la notte dell’11 luglio ed è morta. Oggi si sono svolti i suoi funerali a Orte. La sua bara, adornata di rose rosa e bianche, è entrata nella cattedrale, dove l’attendevano i familiari e gli amici.

Una madre, secondo quanto riportato dal Messaggero – Profeta Muhammad – disse: “Figlia mia, patata mia, perché mi hai lasciato in silenzio? Mi hai viziato con tanti messaggi. Ora vorrei che la tua anima rimanesse con me o impazzirò. Mi manca la tua risata. Ti amo e ti voglio qui con me”.

I nomi di Giorgia e Beatrice sono stati citati in relazione alla morte avvenuta in via del Foro Italico. L’auto, intestata a Giorgia, ha attraversato la strada e ha invaso la corsia opposta, provocando un incidente. Il regista Carmine Elia stava guidando sulla corsia di sorpasso quando è avvenuto l’incidente che lo ha ucciso. Le cause dell’incidente sono ancora in corso di accertamento.

Dopo aver urtato l’automobile di Elia, quella di Giorgia e Beatrice si è ribaltata e si è schiantata contro una recinzione. Le due ragazze sono state comunque espulse dall’abitacolo. Secondo i testimoni che sono arrivati sul posto subito dopo aver sentito l’incidente, una delle ragazze era ancora viva. Un medico di via del Foro Italico che passava in quel momento si è fermato per prestare soccorso, ma nonostante un tentativo di rianimazione durato mezz’ora, non c’è stato nulla da fare.

La procura sta indagando sull’incidente, concentrandosi sulle condizioni dell’asfalto e sull’assenza di una barriera tra le corsie, che avrebbe potuto impedire il movimento dell’auto. Carmine Elia è indagato per omicidio stradale, anche se si tratta solo di un passaggio procedurale per consentire le indagini, in quanto è stato evidente fin da subito che non è stato coinvolto nell’incidente né ha potuto evitarlo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.