Sapete chi è Debora Pelamatti moglie di Max Pezzali? Età, lavoro, figli e vita privata


Prima di sposare Max Pezzali, Pelamatti Debora, la consorte di Pezzali, ha parlato ai microfoni del quotidiano Domani delle sue esperienze amorose malate e della propria pelle. Secondo l’intervista, i due sono stati amici per molto tempo prima di sposarsi.

Max Pezzali, cantante che ha fatto la storia della musica italiana tra gli 883 e la sua successiva carriera da solista, è sposato con Debora Pelamatti. Contrariamente al testo de La regola dell’amico, i due erano amici e confidenti da tempo prima di innamorarsi e sposarsi.

Max Pezzali, moglie chi è

All’età di 51 anni, nel 2019, Max Pezzali si è sposato per la seconda volta. La sua consorte, Debora Pelamatti, è una famosa cantante e voce degli 883. Pezzali è stato precedentemente sposato con Martina Marinucci (2005-2013), con la quale ha avuto Hilo, un figlio nato nel 2008.

Max Pezzali ha conquistato il cuore di Debora Pelamatti per un lungo periodo di tempo, quando si è scoperto che c’era dell’altro nella loro relazione. Lei è nata a Breno, in Piemonte, nel 1972. Il famoso cantante Max Pezzali ha sedotto Debora Pelamatti. Lei ha fatto parte dell’entourage di Pezzali per molti anni. Ha raccontato a Selvaggia Lucarelli di aver avuto in passato una relazione amorosa violenta, abusiva e drammatica. Ha detto che lui ha inviato lo stesso messaggio ad altre 20 donne: “Mi manchi, voglio fare l’amore come l’ultima volta”. Dopo un’altra umiliazione, ha raccontato che lui le ha sbattuto la testa contro la porta del bagno, facendole assumere Xanax per due giorni. Max era la mia cura”. Pur non avendo figli, Debora Pelamatti è una matrigna premurosa. Ha condiviso i suoi sentimenti in un post del 2019. Lavorare in uno studio legale è il suo lavoro, come sappiamo. A seguito delle nostre indagini, sappiamo che lavora nell’ufficio legale di un’azienda.

Lei, inizialmente, era fidanzata con un uomo che pensava fosse quello della sua vita: “Per il mio compleanno affitta un’intera spiaggia a Camogli, facendola addobbare con candele. Mi diceva che ero la donna della sua vita, che l’amore l’aveva sognato così. Mi aveva messa al centro della sua vita, apparentemente”.

Poi, però, le crollò il mondo sotto i piedi all’improvviso: “Una sera passai davanti casa sua e vidi una tizia che stava per entrare. Mi fermo, le chiedo cosa faccia lì, lei ammette di avere una relazione con il mio uomo… Saliamo in casa insieme, io volevo avere delle spiegazioni. Lui nel panico urla che lei è una squilibrata, che si è inventata tutto. Nel frattempo lei piangeva in un angolino”. A quel punto, Debora Pelamatti capì che il suo uomo la tradiva, ma la sua mente cominciò a partorire pensieri negativi: “Pensavo di meritare di soffrire per quella che evidentemente era una causa superiore. Scoprii che aveva scritto a venti donne lo stesso messaggio: ‘Mi manchi, non vedo l’ora di fare l’amore come l’ultima volta’Eravamo insieme da 5 anni, era l’ennesima mortificazione. Lo affronto, lui mi prende la testa e inizia a sbattermela contro l’asse del water: ‘Stronza, io stavo giocando!’”.

Una sera, poi, Debora Pelamatti, moglie di Max Pezzali, visse una vera tragedia: “Lui mi prende a calci e come ulteriore sfregio mi versa una bottiglietta d’acqua addosso. Chiamo Max, lui viene subito, ma abbiamo paura che andando al pronto soccorso insieme il giorno dopo i giornali scrivano tutto. Ho un orecchio tumefatto e mi gira la testa, chiamiamo un’amica che mi porta in ospedale. Max mi confessa di essersi innamorato di me, ma di non essere disposto ad assistere a quello scempio che stavo facendo della mia vita, dice che non mi riconosce più e non vuole soffrire, che non mi avrebbe più risposto… Per tre giorni non mi risponde al telefono, mentre l’altro continuava a cercarmi. Allora la notte della Befana salgo in macchina in pigiama e all’una suono il campanello di casa sua. Gli dico che lo amo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *