Scende dal treno per comprare uno spuntino e il treno riparte con i figli minori a bordo

36

Una famiglia triestina è stata recentemente vittima di una disavventura avvenuta qualche giorno fa a Mestre. Secondo quanto riportato dai giornali locali, la donna aveva lasciato i figli sul treno per comprare loro una merenda, ma il mezzo – che viaggiava con oltre mezz’ora di ritardo – è ripartito nel frattempo, separando di fatto la famiglia.

La madre di tre figli ha preso l’iniziativa di calmare la propria ansia e quella dei suoi figli non appena si è resa conto di essere salita sul treno sbagliato. Ha chiamato immediatamente il figlio maggiore, che aveva quindici anni, e gli ha spiegato la situazione prima di dargli consigli su come comportarsi.

La donna ha quindi contattato la polizia ferroviaria, che si è subito contatto con il personale delle ferrovie per andare a rassicurare i bambini durante il viaggio e messa durante il viaggio che erano al sicuro. Nel frattempo, la donna ha potuto prendere un altro treno per raggiungere i figli a Trieste. Al suo arrivo, la donna è stata accolta dai membri delle forze dell’ordine che stanno insieme ai tre bambini, che sono finalmente riuniti dopo un breve periodo di lontananza.

La cronaca ci ha riportato più di una volta episodi simili, ma fortunatamente questi casi si sono sempre risolti senza gravi problemi. Per esempio, qualche anno fa un bambino di 5 anni è stato lasciato su un treno senza i suoi genitori – che erano scesi alla stazione – dopo che questi avevano “dimenticato” il loro bambino. È successo a Firenze e anche in quel caso, quando la coppia si è accorta dell’accaduto, grazie alla polizia ferroviaria il capotreno ha preso in custodia il bambino fino alla stazione successiva, dove è stato ricongiunto ai genitori arrivati ​​con un altro mezzo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.