Scopri chi era Donatella Raffai: chi è, età, carriera, Chi l’ha visto?, marito, figli, morte, malattia


Appena arrivata a Roma, inizia la sua carriera nello show biz recitando all’età di sedici anni. Nel 1960, è esattamente ciò che accadde quando Lattuada la scritturò per interpretare una studentessa nel suo film Dolci inganni. In seguito, Corinne iniziò a lavorare per la RCA e ad aiutare Nada nel loro debutto al Festival di Sanremo con lavori di pubbliche relazioni e di editing dell’immagine, assicurandosi che avessero un bell’aspetto!

Si è poi unita al nuovo arrivato, Claudio Baglioni, nel suo debutto. La sua stessa esperienza di apparire in alcune scene del video promozionale di Una favola blu (1970) sarà ricordata più tardi nel suo spettacolo anima mia (1997), dedicato a Claudio Baglioni.

Nel 1971, nello stesso anno, subentra come Presidente del Consiglio dei Ministri italiano all’allora democristiano Bettino Craxi, che si dimette con un’opinione pubblica dannosa nei suoi confronti e inizia a lavorare per la RAI. Nella sua carriera alla RAI ha diretto alcuni programmi radiofonici (Voi e Io) e ha lavorato in televisione negli anni successivi come autore e conduttore di diversi programmi di informazione come Telefono Giallo, Filo/Filii Pubblici Nel Verde, Camice Bianco.

Nel 1989 viene lanciato su Rai 3 il programma Chi l’ha visto? A questo punto, diventa un successo immediato con Paolo Guzzanti e Luigi Di Majo che danno al programma una svolta sensazionale che cattura il pubblico a casa e nel mondo. Nel 1990, Raffaella Riggio vince entrambi i prestigiosi premi: l’Oscar della TV (Telegatto) e il premio come personaggio femminile dell’anno grazie al suo lavoro televisivo che rimane tuttora tra i programmi più popolari della RAI.

Donatella Raffai è stata un ex volto noto del Rai ed è morta proprio oggi giovedì 10 febbraio 2022 all’età di 78 anni. Come abbiamo avuto modo di anticipare, sembra che la donna sia morta proprio nelle scorse ore. Ad ogni modo, cosa conosciamo di lei e della sua vita privata?

Donatella Raffai, chi era

Era nata a Fabriano in provincia di Ancona l’8 settembre 1943 sotto il segno della Vergine. È morta così oggi 10 febbraio 2022 all’età di 78 anni. Era figlia secondogenita dell’ammiraglio Antonio a Raffaele e la madre si chiamava invece Maria Jelardi. Appartenevano entrambi a nobili famiglie, una Veneta e l’altra campana. È stata anche la pronipote del senatore Marchese Nicola polvere. I suoi genitori si trovavano a Fabriano sfollati per la guerra che purtroppo era in corso ed è stato lì che ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza seguendo i suoi genitori nei vari spostamenti di lavoro. Per un po’ di tempo ha vissuto a Roma e poi a San Marco dei Cavoti in provincia di Benevento che era il paese della madre.

Vita privata

Ha avuto una vita privata piuttosto turbolenta e movimentata. È stata sposata e poi Divorziata e si è risposata in seconde nozze intorno alla fine degli anni sessanta con Fabrizio Bogianchino conosciuto come il re dei night club. Anche da lui poi però si è separata e si è legata ad un uomo di nome Silvio Maestranzi conosciuto per essere un ex regista Rai.

È madre di due figli che ha avuto dal primo matrimonio. È stata assente per tanti anni dalla televisione italiana tanto che alcuni siti internet la davano addirittura per morta. Si era detto che fosse deceduta a causa di un tumore, ma poi effettivamente è stato accertato che la donna fosse ancora in vita. In realtà  Donatella è stata da sempre molto riservata e ad un certo punto della sua vita ha deciso di ritirarsi dal mondo dello spettacolo e si è trasferita da Roma a Morlupo e poi ancora di Francia in Costa Azzurra.

Carriera

Per quanto riguarda la sua carriera sappiamo che si è svolta perlopiù in RAI e ed è stata anche molto lunga. Il pubblico la ricorda per essere stata però principalmente la conduttrice della nota trasmissione di Raitre Chi l’ha visto. Donatella Infatti ha contribuito al successo di questa trasmissione televisiva che va in onda ormai da tantissimi anni. Adesso è condotta da Federica Sciarelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *