Sedicenne trovata morta nel giardino di una casa famiglia, nella sua stanza c’erano due biglietti

30

La polizia ha scoperto ieri sera il corpo di una giovane donna nel giardino di una clinica ad Aulla, Massa Carrara (Italia). Le indagini sono ancora in corso; la ragazza aveva lasciato dei biglietti prima di morire.

Un inserviente ha scoperto il corpo senza vita di una ragazza di 16 anni nel giardino di una struttura sanitaria ad Aulla, in Lunigiana, provincia di Massa Carrara. Sull’episodio, avvenuto intorno all’una della notte scorsa, indagano i Carabinieri. Era presente anche il magistrato di turno.

È stato riferito che la 16enne è stata portata in una casa di accoglienza per minori che fa parte della cooperativa Levante dopo il ritrovamento del suo corpo senza vita. I carabinieri avrebbero scoperto due biglietti nella sua stanza dopo la sua morte.

In questi biglietti la ragazza avrebbe ricordato i suoi amici della struttura toscana e ringraziato il personale che si era occupato di lei. In un altro biglietto avrebbe espresso il suo dolore per l’atto che stava per compiere. Il magistrato avrebbe ordinato il rilascio del corpo della ragazza.

L’inchiesta 2020 della Procura di Massa Carrara su presunti episodi di corruzione e maltrattamenti nei confronti di madri e bambini affidati alla cooperativa Levante (ex Serinper) coinvolge una casa famiglia. I pubblici ministeri hanno chiesto 11 rinvii a giudizio, tra cui politici e dipendenti pubblici, in relazione all’inchiesta, e si attende ancora la decisione del giudice per le indagini preliminari. Una ragazza di 16 anni trovata morta questa notte si trovava in una di queste strutture.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.