Tragica scoperta in strada, nell’auto ribaltata il corpo senza vita Giusy: ipotesi malore improvviso

29

Quando hanno sollevato l’auto per estrarla dall’abitacolo era troppo tardi perché la donna era ancora legata alla cintura di sicurezza.

Alcuni passanti notarono che l’auto di Giuseppina Gagliardi era su un fianco, ribaltata in un fosso a bordo strada. Hanno subito capito che doveva essere successo qualcosa di terribile. All’interno del veicolo giaceva il corpo senza vita di Giuseppina Gagliardi, detta Giusy, 39 anni, ex consigliera comunale e candidata sindaco a Fusignano, Ravenna.

Nonostante l’arrivo dei servizi di emergenza, tra cui agenti di polizia e vigili del fuoco, nessuno è riuscito a soccorrere la donna di 39 anni, che era ancora allacciata alla cintura di sicurezza. Quando hanno sollevato l’auto per estrarla dall’abitacolo, era ormai troppo tardi. I soccorritori non hanno potuto fare altro che dichiararla morta sul posto.

Poco dopo le 21 di martedì, nei pressi dell’Argine Destro del fiume Lamone a Cortina, tra Russi e Bagnacavallo in provincia di Ravenna, si è consumata una tragedia. La donna, residente a Villanova di Bagnacavallo ma originaria di Fusignano, era alla guida della sua Volvo V40 quando ha perso il controllo ed è uscita di strada, colpendo un albero e finendo in un fosso. Le cause dell’incidente sono ancora sconosciute.

Secondo i medici, la donna stava guidando quando ha avuto un malore improvviso. Tuttavia, non sono stati coinvolti altri veicoli e la spiegazione più plausibile è che si sia trattato di un malore improvviso. Dopo che la notizia della morte di Giusy Gagliardi ha raggiunto la comunità locale, la direzione provinciale di Forza Italia ha espresso il proprio cordoglio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.