Trovata prima una gamba, poi altri pezzi di corpo: orrore sull’Adigetto, si indaga per omicidio

91

Una gamba mozzata, la testa di un uomo e altre parti del corpo umano sono state scoperte in provincia di Rovigo. In particolare, secondo quanto riportato, dopo il ritrovamento della gamba in una chiusa a Villanova del Ghebbo, sono stati rinvenuti resti umani nelle acque del canale Adigetto. Qualche chilometro più a monte, sotto un ponte a Lendinara, sono stati rinvenuti il ​​busto e la testa di un uomo in un sacco della spazzatura. I Carabinieri sono poi tornati a Villanova del Ghebbo quando sono state trovate due braccia in un sacco.

A seguito di questi rilievi, la Procura di Rovigo ha aperto un fascicolo per omicidio e disposto esami per risalire all’identità della vittima. Secondo quanto emerso finora, la gamba ritrovata questa mattina a Villanova del Ghebbo appartiene a una persona di carnagione chiara. Si tratta nello specifico di una gamba sinistra e al momento non si sa se appartenga a un uomo o a una donna.

La gamba è stata trovata a galla vicino a un molo dai tecnici del Consorzio di Bonifica, che hanno allertato i Carabinieri non appena si sono resi conto che il pezzo non era un semplice rifiuto. Il medico legale intervenuto sul posto ha confermato che si trattava di un arto umano che sarebbe rimasto in acqua non per molto tempo. Dopo il ritrovamento della gamba, sono intervenuti anche i vigili del fuoco che hanno calato in acqua un piccolo gommone per cercare altre parti del cadavere. E sono riusciti a trovare alcuni sacchi di plastica neri contenenti altri pezzi del corpo smembrato. Ulteriori ricerche di altri resti sono ancora in corso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.