Uccide commerciante a martellate e manda cliente in coma: arrestato a Monteforte Irpino

154

Dopo aver preso preso due martelli tra quelli esposti, il 24enne nigeriano ha iniziato a danneggiare gli scaffali. Ha poi colpito il proprietario del negozio e un cliente che aveva cercato di fermarlo. Il titolare del negozio, un cinese di 56 anni, è morto all’ospedale Moscati di Avellino; un bulgaro di 50 anni è stato ricoverato in coma nello stesso ospedale. Il responsabile è stato arrestato poco dopo; ieri è stato accusato di omicidio volontario e commesso omicidio e sottoposto a custodia cautelare in carcere.

Ieri mattina nel negozio di articoli cinesi Beautiful Center, gestito dalla vittima Gao Yuan Cheng e da suo figlio Franco, Robert Omo, 24 anni, è entrato nel negozio e ha iniziato a colpire i mobili senza provocazione. Cheng ha tentato di intervenire ed è stato colpito più volte alla testa. Un altro cliente, un uomo bulgaro di 50 anni di nome Krasimir Petrov Tsankov, ha colpito di fermare Omo ed è stato colpito più volte.

Poco dopo essere uscito dall’edificio, Omo hai aggredito una donna e la sua piccola. Alcuni passanti ei dipendenti di un negozio vicino sono intervenuti, provocando una colluttazione; entrambe le vittime sono state trasportate in ospedale.

Il commerciante è morto poco dopo, mentre il cliente è ancora ricoperto in terapia intensiva; ha subito un grave trauma cranico ed è stato sottoposto a una craniectomia decompressiva. Sono in coma. Omo è stato trattenuto fino all’arrivo delle forze dell’ordine; in tarda serata è stato disposto l’arresto e l’uomo è stato trasferito presso la casa circondariale di Avellino.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.