Vito Coppola afferma: ”Io e Arisa ci amiamo follemente”

Milly Carlucci la sa lunga. Intanto perché l’estate scorsa l’ha chiamato a far parte del cast dei ballerini di Ballando con le stelle. Poi perché gli ha affidato Rosalba Pippa, universalmente conosciuta come Arisa, andando a creare una coppia che fin da subito si era mostrata vincente sulla carta.

E infatti, ha vinto. Infine, perché l’ha voluto di nuovo a Il cantante mascherato, come primo ballerino che accompagna le esibizioni dei vip in maschera. E lì, nel varietà del venerdì sera di Rai 1, Vito Coppola ha ritrovato la sua Roma – Marzo Rosalba, impegnata come giurata. Che in realtà non ha mai perso. Tra loro c’è un rapporto difficile da definire. Non ci riesce nemmeno lui. A domanda diretta: «Siete fidanzati? » risponde: «No. Ma siamo molto legati.

Non siamo solo amici, ma qualcosa in più. Siamo molto complici e abbiamo un doppio rapporto: personale, che è fortissimo e ci lega molto. Ci sentiamo tutti i giorni, poi litighiamo, facciamo pace. Come due persone che si conoscono da una vita. C’è quella confidenza che supera ogni imbarazzo». Si può dire che tra voi c’è amore e odio? «L’odio è un sentimento forte e noi ci arrabbiamo spesso, ma senza mai odiarci. Però se non tieni a una persona nemmeno ti arrabbi con lei.

Noi ci stuzzichiamo molto: abbiamo due caratteri simili, perché vogliamo avere sempre ragione, pur essendo accomodanti. A tratti, almeno. Ne parliamo spesso. Proprio di recente le ho detto che mi piace anche litigare con lei». Nel video di Cuore, l’ultimo singolo di Arisa, vi baciate con trasporto, passione e forse qualcosa in più… «Il video di Cuore è la continuazione del video di Altalene, il suo precedente singolo. In Altalene ero solo un’ombra. Cuore è la nostra canzone: l’abbiamo ballata, interpretata, utilizzata come cavallo di battaglia nelle finale di Ballando con le stelle e il video è stato successivo a tutto questo. Diciamo che è stato la ciliegina sulla torta».

Ma quei baci erano recitazione? «No, i baci sono veri. Al di là del fatto che il video era professionale, i baci erano veri. Noi siamo molto spontanei e quello che ci sentiamo di fare, facciamo». Quindi la scena è stata buona subito? «Sì, buona la prima!». Quando eravate in gara a Ballando l’aveva detto: “Rosalba continuerà a far parte della mia vita”. Ha mantenuto la promessa. «Il nostro non è un rapporto comune.

Collaboriamo anche a livello professionale, ma è il legame umano a tenerci uniti più di ogni altra cosa. Ci vediamo se io vado a Milano e quando lei viene a Roma per Il cantante mascherato. Quando finirà il programma tornerò in Campania dove aiuto mia madre che gestisce un centro estetico, ma Roma sarà una base importante per me anche in futuro. E il lavoro mi porterà di nuovo anche a Milano, quindi continueremo a vederci.

E ci sentiremo come facciamo già adesso». Cosa direbbe di lei Rosalba? Quali sono i pregi che apprezza di più e quali i difetti che non sopporta? «Un mio pregio? Lei mi dice sempre che sono puro. Di complimenti me ne fa tantissimi: “Sei bello, sei buono, sei bravo…” e ora non so, se dovesse scegliere uno, quale sarebbe. Difetti? Mi dice spesso che sono orglioso e testardo. Ma anche lei è così. Se discutiamo, è guerra. Poi facciamo pace come se nulla fosse successo.

In realtà le liti fanno parte del nostro rapporto ma io credo che attraverso questi confronti, anche accessi, che le persone si conoscono veramente. Ma io non voglio che lei cambi e lei non vuole che lo faccia io». Invece come è cambiato l’approccio delle persone nei suoi confronti, dato che oggi è diventato popolare e conosciuto? «Mi accorgo sempre se qualcuno parla di me. Prima gli sguardi delle persone erano diversi: oggi negli occhi della gente percepisco curiosità.

Non tutti mi riconoscono alla prima occhiata e quindi si soffermano a guardarmi per capire se sono proprio io il ballerino di Ballando con le stelle. C’è chi me lo chiede e chi, come una signora che ho incontrato qualche giorno fa, per salutarmi per poco non cadeva dal motorino! E poi mi chiedono di Rosalba: dov’è, perché non è con me… Capisco che da parte del pubblico c’è l’abitudine a vederci insieme, di certo non mi dispiace».

La sua partecipazione a Il cantante mascherato sicuramente sta facendo aumentare il suo livello di notorietà: come l’ha convinta Milly Carlucci a far parte del cast? «Milly mi ha chiamato alla viglia di Capodanno. Le ho detto di sì senza nemmeno pensarci un secondo sebbene avessi altri piani: dovevo andare in America, a New York, a fare un tour da febbraio a maggio. A Milly non potevo dire di no». Anche perché grazie a lei ha conosciuto Rosalba. «Sì».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.