Difende una ragazza su un autobus, 21enne picchiato a Bari con calci e pugni dal branco


Il 21enne ha denunciato ai Carabinieri di essere stato minacciato e poi aggredito da un gruppo di dieci giovani mentre si trovava a bordo di un autobus a Bari, dopo aver difeso una donna.

Intervenuto per conto di una passeggera che era stata aggredita da un individuo di sesso maschile su un autobus, alla fermata successiva è stato affrontato da un gruppo di adolescenti che hanno proceduto ad aggredirlo fisicamente e a spingere la madre che lo accompagnava.

Ishmael, il 21enne aggredito, ha raccontato l’episodio avvenuto lunedì 2 gennaio a bordo dell’autobus Amtab numero 3, che porta al quartiere San Paolo di Bari. Ishmael era accompagnato dalla madre quando una ragazza ha acceso una sigaretta ed è stata schiaffeggiata da un altro ragazzo. Ishmael è intervenuto per difenderla, ma l’individuo che l’aveva schiaffeggiata gli ha detto di spostarsi perché stava per chiamare i suoi amici.
Alla fermata successiva, un gruppo di circa dieci ragazzi, di età compresa tra i 21 e i 25 anni, avrebbe affrontato il 21enne e sua madre. Il giovane ha riferito che gli aggressori lo hanno circondato e aggredito con calci, schiaffi e pugni, procurandogli la rottura di un dente e un trauma cranico, oltre a lividi sul viso. Anche la madre è stata spintonata e le è stato tolto il cappello.

Ishmael ha dichiarato l’intenzione di sporgere denuncia per rintracciare i responsabili con l’aiuto delle telecamere di sorveglianza. In seguito all’aggressione, il 21enne è stato medicato al pronto soccorso. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri. Secondo l’Ansa, Ishmael aveva precedentemente postato un video sui social media in cerca di compagnia a causa della solitudine che prova da quando è stato chiuso. Ha inoltre spiegato che sua madre non può accompagnarlo a causa dell’autismo del fratello e che ha bisogno di stare con lui. Da allora, è stato contattato sia da vecchi amici che da nuovi conoscenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *